AAAA. ATTENZIONE - Cari Lettori, questo numero resterŕ  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 2 ottobre quando cederŕ  il posto al n. 271. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora per voi ecco qualche massima: Meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio (O. Wilde) - Riesco a resistere a tutto tranne che alle tentazioni (O. Wilde) - Un banchiere č uno che vi presta l'ombrello quando c'č il sole e lo rivuole indietro appena comincia a piovere (M. Twain) - Il vantaggio di essere intelligente č che si puň fare l'imbecille, mentre il contrario č del tutto impossibile (W. Allen) - Sembra che io abbia una costituzione che non regge l'alcol e ancor meno l'idiozia e l'ignoranza (J.Kerouac) - Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza (A. Block) -

Rubrica: Racconto

La voce di Emmer

Parte prima

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

IL brigadiere Brazov

e la questione del sangue blu

Quinta e ultima parte

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

IL brigadiere Brazov

e la questione del sangue blu

Parte quarta

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Il brigadiere Brazov

e la questione del sangue blu

Parte terza

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Il brigadiere Brazov

e la questione del sangue blu

parte seconda

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Il brigadiere Brazov

e la questione del sangue blu

Parte prima

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

La tartaruga e la farfalla

Favola

di Ruggero Scarponi

La tartaruga e la farfalla

Piano, piano, raggiunse il centro di un prato, tirň su la testa, annusň l’aria e si mise immobile. Vista cosě con il collo tutto rugoso sembrava un tronco d’albero.

Leggi tutto

Nottata

di Ruggero Scarponi

Nottata

Franco si girň su un fianco poi sull’altro e finalmente si mise supino. Aprě gli occhi, se li stropicciň un poco e istintivamente guardň verso le tapparelle che lasciavano filtrare la luce arancione dei lampioni, sulla strada davanti casa. Č ancora notte, pensň e subito andň con lo sguardo a cercare la sveglia con le cifre luminose che teneva sul comodino. Le 3.52 lesse. Restň sveglio ad occhi aperti a guardare il soffitto

Leggi tutto

Una faccia sghembra

di Ruggero Scarponi

Una faccia sghembra

Fu allora che i Civitesi cominciarono a guardare Adelina con altri occhi. Qualcuno, prendendo a pretesto di fare una passeggiata, trovava il modo di fermarsi da lei per fare un poco di conversazione, con scarsi o nulli risultati, per la veritĂ . In fondo tutti speravano che la ragazza ripetesse il miracolo, cosa che non avvenne.

Leggi tutto

IL gatto e il temporale

Favola

di Ruggero Scarponi

IL gatto e il temporale

...Ma il gatto? Dov’è finito il nostro amico? Non lo vedo qui tra noi...

Leggi tutto

Le mura di BiblĂ n

di Ruggero Scarponi

Le mura di BiblĂ n

Il mercante bandito Tratush regnava già da molti anni sul favoloso regno di Kor, nello sterminato deserto tra i due mari. Un giorno, quand’egli era ancor giovane s’imbatté in un anziano beduino che percorreva le antiche piste per commerciare con gli abitanti della costa, l’ambra e l’avorio.

Leggi tutto

Il Capo-stazione

di Ruggero Scarponi

Il Capo-stazione

Salì sul primo vagone e si sistemò in uno scompartimento di prima classe, come gli spettava, secondo il regolamento delle ferrovie. Subito il treno si mosse. Era l’ultimo treno del mondo e non giunse mai a destinazione. S’inabissò da qualche parte, tra le sabbie del deserto.

Leggi tutto

Miliardi di chilometri

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Il Natale delle arance

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Lo strano caso del Conte Vetzer

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

I popoli dell'Arca

Supplenti involontari di Gatto randagio

Di Ennio Remondino - Remocontro

I popoli dell'Arca

Anatolia, Mesopotamia e Ararat si incontrano e si confondono, col monte Ararat lontano sullo sfondo, imperioso per l’Arca biblica che nasconde e terribile per i suoi 5000 metri di roccia e ghiaccio, a vigilare sulle terre dove nascono il Tigri e l’Eufrate.

Leggi tutto

Il bambino che giocava
con le nuvole

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

ANTICA SAGGEZZA - Gli angeli lo chiamano piacere divino, i demoni sofferenza infernale, gli uomini amore. (H.Heine) - Pazzia d'amore? Pleonasmo! L'amore č giŕ  in se una pazzia (H.Haine) - Nel bacio d'amore risiede il paradiso terrestre (Lord Byron) - Quando si comincia ad amare si inizia a vivere (M. de Scudery) - L'amore è la poesia dei sensi ( H. De Balzac) - Quando il potere dell'amore supererŕ  l'amore per il potere, sia avrŕ  la pace (J. Hendrix)