AAAATTENZIONE - CARA AMICI LETTORI, DA QUESTO NUMERO IL GIORNALE DIVENTA MENSILE. LE NUOVE USCITE SARAN- NO AL PRIMO GIORNO DI OGNI MESE. iL NUOVO NUMERO 353 SARA' IN RETE IL GIORNO 1° lUGLIO. BUONA LETTURA A TUTTI. Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà  a massacrare gli animali non conoscerà  ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -

Rubrica: Letteratura

Maffeo Barberini

Papa Urbano VIII 1568 - 1623/1644

di Angelo Zito

Maffeo Barberini

Senti come sona bene Barberini. E Maffeo appena eletto Papa cor nome Urbano VIII, pe’rispetto der casato de su’ nonno, volle tre vespe nello stemma glorioso de famija, tre tafani appunto. La dinastia così da quer momento ciebbe assieme ar potere de la Cchiesa pure l’insegna pe’ esse ricordata a ogni angolo de strada cittadina.

Leggi tutto

Alessandro Ludovisi

Papa Gregorio XV - 1554- 1621/1623

di Angelo Zito

Alessandro Ludovisi

Sto Papa, venuto da Bologna, ciaveva un carattere conciliante e durante la Guerra de li Trent’anni s’addoprò pe mmette pace tra li popoli. In queli pochi anni der pontificato nun lasciò un segno tangibbile pe Roma.

Leggi tutto

Camillo Borghese

Papa Paolo V 1552 - 1605/1621

di Angelo Zito

Camillo Borghese

Er Papa ciebbe un debbole pe Caravaggio, che javeva pure fatto er ritratto, e concordò lo scambio de la pena capitale co quarche quadro che er pittore, fuggito da Napoli, je stava portanno co la nave. Queli quadri finirono in fonno ar mare assieme a le speranze de l’artista che nun tornò mai più a Roma. E poi er fontanone de l’acqua Paola.

Leggi tutto

Ippolito Aldobrandini

Papa Clemente VIII 1536 - 1592 / 1605

di Angelo Zito

Ippolito Aldobrandini

...li cardinali riuniti ner conclave se convinsero de nominà un’antro Papa tosto pe dà er senso de forza der Papato e defatti scersero Ippolito Aldobrandini che veniva da le stesse tere de le Marche ndove era nato Sisto V. Ippolito prese er nome Clemente VIII.

Leggi tutto

Felice Peretti

Papa Sisto V 1521 - 1585 / 1590

di Angelo Zito

Felice Peretti

...er Papa tosto, ce vorebbero libbri pe’ riccontà tutto quello che fece in queli pochi anni de papato.
Lavorava notte e giorno, mó a riscrive la Bibbia, mó a combatte li briganti, mó a riformà er governo de la Chiesa.

Leggi tutto

Rubrica in lingua dell'Urbe dedicata ai Papi del passato
Da Alessandro VI ad Alessandro VII

Ugo Boncompagni

Papa Gregorio XIII 1502 - - 1572/1584

di Angelo Zito

Ugo Boncompagni

È ricordato pe’ avé accorciato la vita a li cristiani. Co’ la riforma der calennario, che da allora prese er nome suo “gregoriano”, annarono tutti a letto la sera der 4 ottobre dell’82 e se svejorno la mattina successiva che era ormai er 15 de ottobre.

Leggi tutto

Antonio Ghislieri

Papa Pio V 1504 - 1566/1572

di Angelo Zito

Antonio Ghislieri

La battaja de Lepanto, ‘na stragge de turchi e de cristiani, finí co la vittoria de li crociati e se ne prese er merito in eterno. Se meritò d’esse fatto santo. Pô esse?

Leggi tutto

Giovanni Angelo Medici

Papa Pio IV 1499 - 1559/1565

di Angelo Zito

Giovanni Angelo Medici

Quarche peccato però su la coscienza se lo porta dietro ancora oggi pe’ quele mutanne che fece pitturà su li nudi esposti senza vergogna a la Sistina.

Leggi tutto

Gian Pietro Carafa

Papa Paolo IV - 1475 - 1555/1559

di Angelo Zito

Gian Pietro Carafa

Dentro a li libbri attento c’è er dimonio,/ si prenni pe’ bono quanto è scritto / finisci come er carciofo a esse fritto,/ anche si er male nun s’augura a nissuno.

Leggi tutto

Giovanni Maria Ciocchi del Monte

Papa Giulio III 1487 - 1550/1555

di Angelo Zito

Giovanni Maria Ciocchi del Monte

L’invitati a le feste e a li banchetti / saliti su la barca ar Vaticano / smonteno lí davanti a Villa Giulia, / un servizio co’ li fiocchi in guanti bianchi.

Leggi tutto

Alessandro Farnese

Papa Paolo III - 1468 - 1534/1549

di Angelo Zito

Alessandro Farnese

Dette inizio ar Concijo de Trento pe’ cercà de fà pace tra chi protesta e chi cià la fede de Roma, la cosa annò pe’ le lunghe, co’ Carlo V non fu facile capisse e nun potette vedé la fine der concijo che ebbe termine quarche lustro più tardi.

Leggi tutto

Giulio De Medici

Papa Clemente VII - 1478- 1523/1534

di Angelo Zito

Giulio De Medici

Successe cosí che Carlo V co li lanzichenecchi / scese ne li territori der papato e queli, li lanzi, / assatanati da le idee de Lutero e in più affamati / e pure un po’ appestati, sfuggenno all’ordini der capo,/ se spinsero fino a Roma e la misero a fero e foco.

Leggi tutto

Joan Lindsay - Sellerio 1967

Picnic a Hanging Rock

Sara Bernabei rilegge i capolavori di grandi autori

Picnic a Hanging Rock

In ultimo c’è anche il cosiddetto “diciottesimo capitolo” che è stato pubblicato dopo la morte della scrittrice. Capitolo contraddittorio che però fornisce almeno in parte una spiegazione all’enigma.

Leggi tutto

Adriano di Utrecht

Papa Adriano VI 1459 - 1522/1523

di Angelo Zito

Adriano di Utrecht

Fior de stornello / tu sei arivato a Roma callo callo / nun è facile qui trovà un fratello.

Leggi tutto

Gli indifferenti

Sara Bernabei rilegge i capolavori di grandi autori

Gli indifferenti

Da sempre affascinato dal teatro, all’inizio Moravia voleva scrivere una tragedia, ma poi, affascinato dal romanzo (che a quell’epoca stava subendo una crisi), decide di scrivere un romanzo sotto forma di tragedia.

Leggi tutto

Giovanni di Lorenzo de' Medici

Papa Leone X 1475- 1513/1521

di Angelo Zito

Giovanni di Lorenzo de' Medici

Si tu sei nato fijo de madre ignota / sempre a sto modo te comporterai. / Ma si tu padre Magnifico era detto / tu nun pôi scenne de categoria, / er blasone vôle rispetto in ogni tempo.

Leggi tutto

Giuliano della Rovere

Papa Giulio II 1443 / 1503-1513

di Angelo Zito

Giuliano della Rovere

Papa Giulio nato Della Rovere / vorse dà ‘na rinfrescata ar Vaticano, / nun poteva sopportà le puzzonate / der predecessore suo er papa Borgia.

Leggi tutto

Iniziamo la nuova rubrica nella lingua dell'Urbe
dedicata ai Papi di un tempo che fu.

Rodrigo Borgia

Papa Alessandro VI 1431 - 1492/1503

di Angelo Zito

Rodrigo Borgia

Er 400 ormai era a li sgoccioli. Er secolo che aveva messo l’omo ar centro der monno nun trovò la Cchiesa impreparata. Er campione da mette in campo ce l’aveva, e che campione, più omo de lui era difficile trovallo.

Leggi tutto

Dante

di Angelo Zito

Dante

...lui pe’ primo salí, io j’annai appresso / e cominciai a vedé da ‘na fessura / quanto era granne er cielo sopra a noi: / er firmamento ce brillò ne l’occhi.

Leggi tutto

Dante

di Angelo Zito

Dante

E lui me fà: “Più avanti ariveremo / dove la risposta te la danno l’occhi,/ vedrai da solo perché spira er vento”. / Uno de quelli, chiusi dentro ar ghiaccio, / ce gridò: “Oh anime marvagge, che v’è toccato er fonno de Cocito,/ ...

Leggi tutto

Dante

di Angelo Zito

Dante

“ Tu che sei carico d’odio contro a questo,
che come ‘n’animale te lo magni,
dimme er motivo e famo assieme un patto,
che si a raggione de lui tu te lamenti,
conoscenno chi sete e la sua corpa,
te possa ricordà lassù in tera,
si nun se secca la lingua che ciò in bocca”

Leggi tutto

Dante

La Commedia - Canto XXXI

di Angelo Zito

Dante

Fialte fà de nome; e fu tra i primi / a spigne li giganti contr’ai Numi: / le braccia potenti mó ce l’ha in catene”.../ Me rispose: “Tra un po’ vedrai Anteo,/ lui che parla e nun è incatenato /ce porterà ar fonno d’ogni male.

Leggi tutto

Dante

La Commedia - Canto XXX

di Angelo Zito

Dante

Quanno che Giunone, inviperita,/ contro li Tebbani pe’ corpa de Semèle, /e nun è la prima vorta che succede,/ fece impazzí Atamante ar punto tale/ che quello...

Leggi tutto

Dante

La Commedia - Canto XXIX

di Angelo Zito

Dante

Li tormenti de l’anime straziate/ m’aveveno tanto scombinato l’occhi,/ desiderosi ch’er pianto l’inondasse;/ ma er maestro me fece: “Che te guardi?/ Perché lo sguardo tuo resta posato/ su lo scempio che soffreno quell’ombre?

Leggi tutto

Dante

La Commedia - Canto XXVIII

di Angelo Zito

Dante

A che me serve usà er verso co’ la rima,/ si nun trovo er modo adatto a dí der sangue,/ che viddi, manco a ripetelo più e più vorte?/ La lingua nun cià tante parole,/ e ne la mente nun trovi tanto spazio,/pe’ comprenne tutte quele piaghe.

Leggi tutto

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.