AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 3 agosto, quando lascerà il posto al numero 224. BUONA LETTURA A TUTTI - ORA, PER VOI AMANTI DEGLI ANIMALI : E' una gran vergogna spargere il sangue e divorare le belle membra di animai ai quali è stata tolta violentemente la vita (Empedocle) - La caccia, se non è per la sopravvivenza, è una forma di guerra (J. W. von Goethe) - L'uomo si differenzia dagli animali perchè è assassino ( E. Fromm) - Torturare un toro per il piacere, per divertimento, è molto più che torturare un animale, è torturare una coscienza ( V. Hugo) - Un gatto non dormirebbe mai sopra un livbro mediocre (H. Weiss) - Il cane è la virtù che, non pogtendo farsi uomo, s'è fatta bestia (V. Hugo) - Se raccoglierete un cane affamato e lo nutrirete non vi morderà, ecco la differenza tra l'uomo e il cane (M. Twain) -

Rubrica: Poesia

Provo a darti per talea

Di Katia Debora Melis

Leggi tutto

L'abbraccio

Di Antonio Bruni

di Antonio Bruni

Leggi tutto

Chi pianterà giardini nei nostri occhi,
chi nella nostra anima sveglierà l’anima

Attila Jozsef

Leggi tutto

Con il cuore in Thailandia

Per i bambini intrappolati nella grotta

Di Anna Manna

Leggi tutto

L'albero di dolore scuorte i rami

Di Mario Luzi

Leggi tutto

Rose rosse con mele rosse

di Antonio Bruni

Leggi tutto

Mistiche azzurrità

Di Alessandro Nicosia

Leggi tutto

Canto nel colore della luce

di Antonio Bruni

Leggi tutto

Hai svoltato l’angolo a sorpresa

Di Corrado Calabrò

Leggi tutto

In occasione della Festa della Mamma - 13 maggio

Sottovoce

Di Ettore Sanna

Leggi tutto

Già e non ancora

Di Antonio Vittorio Guarino

Leggi tutto

PROVERBI ROMANESCHI - Rigalà èmmorto, Donato sta ppe' morì, Tranquillo se lo so n'groppato e Pazienza sta ar gabbio - La farfalla tanto gira al lume finchè s'abbrucia l'ale - Er gobbo vede la gobba dell'antri gobbi ma nun riesce a trovasse la sua - Oro e argento in core, mànneno a spasso fede, speranza e amore - Cent'anni de pianti nun pagheno un sordo de debiti - Qanno te sveji cò quattro palle, er nemico è alle spalle - Non sputà in cèlo che te ricasca 'n bocca! - Mejo puzzà de vino che d'acqua santa -