#135 - 28 settembre 2015
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 3 agosto, quando lascerà il posto al numero 224. BUONA LETTURA A TUTTI - ORA, PER VOI AMANTI DEGLI ANIMALI : E' una gran vergogna spargere il sangue e divorare le belle membra di animai ai quali è stata tolta violentemente la vita (Empedocle) - La caccia, se non è per la sopravvivenza, è una forma di guerra (J. W. von Goethe) - L'uomo si differenzia dagli animali perchè è assassino ( E. Fromm) - Torturare un toro per il piacere, per divertimento, è molto più che torturare un animale, è torturare una coscienza ( V. Hugo) - Un gatto non dormirebbe mai sopra un livbro mediocre (H. Weiss) - Il cane è la virtù che, non pogtendo farsi uomo, s'è fatta bestia (V. Hugo) - Se raccoglierete un cane affamato e lo nutrirete non vi morderà, ecco la differenza tra l'uomo e il cane (M. Twain) -
Poesia

Poesie dal ciclo "Esodo"

L'angoscia senza nomi

Di Anna Manna

E non ricordo
di avervi mai incontrati
ma a volte sento
come una parentela
le sensazioni... quelle sono simili
avete freddo fame e la paura
vi gela ancora l'anima
oltre le membra stanche
e non ricordo di avervi mai parlato
ma le parole salgono sgomente
vorrei cullare i piccoli
asciugare la fronte
alle donne affrante
penso alle partorienti
alle giovani smunte
dalla fame
Io non sono nessuna per voi
e voi per me non siete altro ricordo
che questa umanità
che ricongiunge
il vecchio al giovane
il disperato a chi gioisce
tutti sotto un cielo che non riesce a dare più risposte
navigando a vista
verso mete che non sappiamo descrivere a noi stessi
compagni di viaggio nel virtuale!
E non ricordo d'avervi mai incontrato
se potessi conoscervi
se ad uno a d uno sapessi il vostro nome
sarebbe forse intollerabile l'angoscia
ad ogni giorno
basti l'affanno noto...
ma dentro state bussando
tutti quanti !

PROVERBI ROMANESCHI - Rigalà èmmorto, Donato sta ppe' morì, Tranquillo se lo so n'groppato e Pazienza sta ar gabbio - La farfalla tanto gira al lume finchè s'abbrucia l'ale - Er gobbo vede la gobba dell'antri gobbi ma nun riesce a trovasse la sua - Oro e argento in core, mànneno a spasso fede, speranza e amore - Cent'anni de pianti nun pagheno un sordo de debiti - Qanno te sveji cò quattro palle, er nemico è alle spalle - Non sputà in cèlo che te ricasca 'n bocca! - Mejo puzzà de vino che d'acqua santa -