#287 - 5 giugno 2021
AAAATTENZIONE - Cari amici lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del 10 dicembre quando lascerà  il posto al n. 297. BUONA LETTURA A TUTTI . Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà  a massacrare gli animali non conoscerà  ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Arte

Grani di una collana d'arte

di Dante Fasciolo

L’Associazione Inter@rt, ha presentato al Porto Turistico di Ostia i lavori di 19 artisti selezionati per il concorso della seconda edizione della Biennale “Quando la fantasia diventa arte”.
Animatori dell’iniziativa Daniela Negrelli e Andrea Nassi, coadiuvati dai componenti della Giuria: il giornalista Dante Fasciolo, i Maestri d’Arte Luigi Salvatori, Franco Dore, Lucio Trojano, Lanfranco Finocchioli, Antonio Servillo, Andrea Nassi.

La selezione delle opere, in linea con le indicazioni che caratterizzano la Biennale, sottolinea la puntuale attenzione alle opere esaminate sotto il profilo dell’esecuzione artistica, e parimenti, sotto il profilo del contenuto che hanno inteso esprimere.
Emerge con evidenza la professionalità dei lavori presentati. Segno e colore sottolineato la sicurezza degli artisti a rappresentare loquaci immagini, altresì caratterizzate da intelligibili valori legati alle attualità che il nostro tempo ci propone.

Ecco dunque un volto sereno di donna – “Eva” - che esprime bellezza al centro della tela e sorregge dignitosamente sulla testa una corona turrita composta di frammenti simbolici di vita quotidiana, sullo sfondo di un variegato mosaico multicolore, a significare il ruolo della donna chiamata sempre più ad incidere nell’ambito dell’affermazione dei diritti civili e sociali dell’intera società.

Grani di una collana d'arteGrani di una collana d'arte

Parimenti incisiva si presenta l’immagine del “Grido: un ragazzo terrorizzato fra le macerie di una città distrutta. L’assurda guerra fratricida che si perpetua nel tempo fra popoli, nazioni, civiltà, lascia dietro di sè di volta in volta, lutti e dolore, macerie e miserie fisiche, morali e spirituali di cui dovranno farsi carico intere generazioni di giovani incolpevoli.

Grani di una collana d'arteGrani di una collana d'arte

Sull’onda del sentimento ecco attestarsi “Melanconie”, ancora una figura femminile a simboleggiare leggiadra primavera in anticipo: la fretta giovanile che spinge il tempo oltre l’orologio della natura; e una “Meditazione” che affiora attraverso un’immagine di doppia lettura, umile: occhi chiusi sull’abisso dei pensieri, e prepotente: l’intensità traslucida di un volto racchiuso, fisionomia compressa, che spinge all’esame di sé, a testimonianza che nulla è definito e per tutto c’è un indefinito da perseguire.

Grani di una collana d'arteGrani di una collana d'arte

Una ricerca che impatta con un altro lavoro, “Basilica di Massenzio”: la storia remota dell’uomo, archi e finestre nel vuoto di un’architettura idealizzata e rivissuta ora nella rappresentazione imponente di una realtà che si fa memoria del tempo… e come grani di una stessa collana, ecco “frammenti tra me e me”: pensieri che librano; “Vortice di un tramonto alle Egadi”: inafferrabili colori che fuggono; “Bolgheri”: cipressi contaminati da una luna d’argento; “Fontana della Dea Roma”: un volto di eterna roccia proteso all’eterno; Un “Vangelo illustrato”: 14 stazioni lungo il viaggio della Risurrezione.

Grani di una collana d'arteGrani di una collana d'arte

Grani di una collana d'arteGrani di una collana d'arte

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.