#282 - 20 marzo 2021
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 23 aprile, quando lascerà  il posto al numero 284. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po' di SATIRA - Nasciamo nudi, umidicci ed affamati. Poi le cose peggiorano - Chi non sà ridere non è una persona seria (P. Caruso) - l'amore è la risposta ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande (W. Allen) - Ci sono persone che si sposano per un colpo di fulmine ed altre che rimangono single per un colpo di genio - Un giorno senza una risata è un giorno sprecato C. Chaplin) - "Il tempo aggiusta ogni cosa" Si sbrigasse non sono mica immortale! (F. Collettini) - Non muoverti, voglio dimenticarti proprio come sei (H. Youngman) - La differenza tra genialità  e stupidità è che la genialità ha i suoi limiti (A. Einstein). -
Televisione

Televisore gioia e dolore

Zapping

Frammenti di cronaca televisiva

di Luigi Capano

Per cominciare, un plauso al nuovo programma di Rai1, “Canzone segreta” – in onda il venerdì in prima serata - condotto con garbo e maestria dall’attrice partenopea Serena Rossi. Un spettacolo gradevole e ben dosato in cui si avvicendano personaggi noti al pubblico televisivo ai quali, a sorpresa, vien fatto rivivere, con la complicità dei propri familiari, un ricordo emozionante della loro vita punteggiato dalle note e dalle parole di una canzone a loro cara, eseguita dal vivo dall’interprete originario.

ZappingZapping

Purtroppo, anche Raul Casadei, “il re del liscio”, ha dovuto arrendersi all’infernale virus. Lo ricordo - non era ancora così conosciuto come lo è oggi - quando si esibiva con la sua orchestrina nei rutilanti caffè di Salsomaggiore affollati di turisti termali. Ero bambino allora e quella musica così vivace e gioiosa che si mescolava con tanta armonia ai fiori dei lunghi viali alberati, mi divertiva e mi coinvolgeva moltissimo.

ZappingZapping

La parola del momento è “vaccino”, e l’abusatissima “resilienza” - Deo gratias!- segna il passo. Finalmente ci sembra quasi di intravedere la tanto agognata via d’uscita dal cul de sac in cui ci ha cacciato il perfido microbo; da Bruxelles si parla perfino di approntare una patente vaccinale; ma qualcosa da noi sta andando storto con AstraZeneca - è il nome di uno dei vaccini – e, giustamente, in questi giorni non si parla d’altro che di alcuni decessi per trombosi conseguenti alla somministrazione, nonostante le rassicurazioni dell'Ema. Comunque stiano le cose, la sfiducia nelle competenze istituzionali dei nostri dirigenti, nonostante Draghi, torna nuovamente ad alimentarsi. E, di rimbalzo, i virologi continuano ad avvicendarsi su tutti i palinsesti televisivi. Ricordiamo che in concomitanza con l’impennata dei contagi dello scorso autunno usciva, con una tempistica da commedia degli equivoci, il libro del Ministro della salute, Fabrizio Speranza, “Perché guariremo. Dai giorni più duri a una nuova idea di salute”, immediatamente ritirato dalle librerie, vista la mala parata. Ma Draghi - che immaginiamo lungimirante - ha deciso di dar fiducia al solerte ministro confermandogli il delicato incarico. Come ha, con intelligenza, suggerito Flavio Briatore, ospite di Paolo Del Debbio a Dritto e Rovescio su Retequattro, Speranza dovrebbe immediatamente vaccinarsi pubblicamente con AstraZeneca per tentare di rimediare alla confusione mediatica ed al conseguente panico seminato maldestramente in questi giorni.

ZappingZapping

Ra1 dedica in prima serata un film alla vita del grande Renato Carosone, indimenticato autore e interprete della canzone napoletana oltre che ottimo jazzista: “Carosello Carosone” diretto da Lucio Pellegrini con le musiche di Stefano Bollani e interpretato dal giovane attore Eduardo Scarpetta che porta il nome del suo trisavolo, celebre commediografo e padre degli ancor più celebri fratelli De Filippo.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.