#276 - 19 dicembre 2020
AAAATTENZIONE - Cari amici lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del 10 dicembre quando lascerà  il posto al n. 297. BUONA LETTURA A TUTTI . Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà  a massacrare gli animali non conoscerà  ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Di borgo in borgo

Ministro Franceschini: «I borghi possono diventare la nuova frontiera del lavoro creativo»

Un Natale di speranza

Nei borghi, la vita

Di Claudio Bacilieri*

Nei borghi, la vitaNei borghi, la vita

Eccoci al primo 25 dicembre con pandemia. Mercatini di Natale affollati, negozi sfavillanti, città illuminate con bellissime decorazioni, località di villeggiatura e stazioni sciistiche prese d’assalto: tutto da dimenticare. L’inaspettato passaggio dalla condizione di mobilità globale a uno stato di immobilità forzata o di spostamenti ridotti, ci fa riscoprire ciò che è vicino a noi. Il turismo di prossimità, di cui tanto si è parlato, è diventato tendenza.
Conoscere i luoghi cui apparteniamo è come tornare a casa, dopo averli ignorati perché troppo vicini per meritare una visita. In una recente intervista il quasi centenario sociologo francese Edgar Morin ha detto che “il confinamento fisico dovrebbe incoraggiare il de-confinamento delle menti”.

Nei borghi, la vitaNei borghi, la vita

Di fronte alla triplice crisi - biologica, economica e di civiltà - scatenata dalla pandemia, la nostra umanità può uscire rafforzata.
Alla chiusura occorre rispondere aprendo la mente, ripensando se stessi e sentendosi partecipi di un destino comune, che riguarda tutti gli abitanti della Terra.
Ecco allora che in questo numero della rivista non troverete le solite mete natalizie.
Il Natale questa volta è diverso.

Nei borghi, la vitaNei borghi, la vita

Sottoguda e Guardiagrele: all’ombra della Marmolada o nel cuore della Maiella, ci sono tanti boschi dove perdersi, sentieri dove svincolarsi dal reale e immaginare la ripresa cambiando strada.
Più vicini alla terra, inglobando l’umano nella natura.
Lagundo e Scena: il fascino discreto dell’Alto Adige.
San Lorenzo Dorsin, un borgo che profuma di Trentino, come Vallarsa e l’Alpe Cimbra.
Posti dove si vive bene, come le città che sono sempre in testa alle classifiche sulla qualità della vita: Belluno, che ci regala anche la copertina, Pordenone, Sondrio, Varese.

Nei borghi, la vitaNei borghi, la vita

Per il mare abbiamo scelto Lerici, dove il borgo di Tellaro incanta anche d’inverno.
Nardò in Puglia e Gibellina in Sicilia disegnano scenari diversi: uno barocco e festoso, l’altro - la grande opera di land art di Alberto Burri a Gibellina Vecchia sulle macerie del terremoto - straniante ma non meno affascinante.
Abbiamo poi altri tre borghi: Montegridolfo e San Leo in Romagna e uno in Calabria, Tropea, appena entrato nella rete dei “più belli d’Italia”.
Nelle terre di Urbino, due studiose “cacciatrici di paesaggi” hanno ritrovato i fondali di quindici opere di Raffaello, cresciuto con quei panorami negli occhi.
Infine, un apologo di Ignazio Silone ci ha portato in Abruzzo: il mandorlo che fiorisce a dicembre per dare rifugio alla Sacra Famiglia in fuga sugli Appennini, è un invito alla speranza.

Nei borghi, la vitaNei borghi, la vita

Anche il ministro dei beni culturali e del turismo Dario Franceschini nella sua intervista ci dà un messaggio di speranza: i borghi possono diventare la nuova frontiera del lavoro creativo. I nostri 308 piccoli gioielli di un’Italia non più dimenticata, li trovate nella nuova guida dei Borghi più belli d’Italia 2021, in libreria e in edicola. Arrivata alla quattordicesima edizione, la guida sfoggia la novità della realtà aumentata: oltre trecento tra filmati, immagini e racconti vocali la rendono interattiva utilizzando uno smartphone o un tablet.

Nei borghi, la vitaNei borghi, la vita

  * Direttore responsabile di Borghi magazine
AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.