#266 - 27 giugno 2020
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 10 luglio, quando lascerà  il posto al numero 267. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po di SATIRA: Il Paradiso lo preferisco per il clima, l'Inferno per la compagnia (M. Twain) - Quando le cose non funzionano in camera da letto, non funzionano neanche in soggiorno (W.H. Masters) - L'intelligente parla poco, l'ignorante parla a vanvera, il fesso parla sempre (A: De Curtis) - Il sesso senza amore è un'esperienza vuota, ma tra le esperienze vuote è la migliore (W. Allen) - Per alcune cose ci vuole tanta pazienza, per tutte le altre c'è la gastrite (L. Limbus) - Non avere un pensiero e saperlo esprimere: è questo che fa di un uomo, un giornalista (K. Kraus) - Le banche ti prestano denaro, se puoi dimostrare di non averne bisogno (B. Hope) -
animali

L'Aquila

Di Dante Fasciolo

L'Aquila

Distendi le tue larghe ali e affidi al vento
le tue invidiabili giravolte mirabolanti.
Il tuo sguardo senza pari mira dall’alto ogni cosa,
suscita fierezza, sfida perfino il sole.
Fu Dante, nella Commedia, ad innalzare i tuoi valori
e Giovanni, nel Vangelo, ad averti come simbolo.
Zeus fece specchio alle tue virtù
e i romani ti scelsero per la loro repubblica.
Nobiltà e orgoglio uniscono in te
amore, dedizione e fedeltà per la vita di coppia
e i nidi alti e visibili sui costoni di roccia
testimoniano lo spettacolare rituale della danza del cielo.
Il duro becco adunco e i lunghi artigli
sono le armi che procurano abbondante cibo:
la irresistibile velocità della tua picchiata ha la meglio
su camosci e caprioli già impauriti dalla tua complice.
Questa vocazione violenta nasconde
tra le pieghe di una indomabile natura
la tenerezza per gli aquilotti inesperti
ai quali dedichi amore ed attenzione…
Un intero anno di istruzioni per sfuggire
alle insidie, alle trappole, ai veleni della malvagità umana
e godere dell’autonomia per affrontare ogni giorno
il volo che celebra la vita.

AFORISMI - L'uomo che non ha sogni, non ha le ali per volare (C. Clay) - Da sempre in politica patrocinare la causa del povero è stato il mezzo più¹ sicuro per arricchirsi (N. G. Davila) - Ciò che non giova all'alveare non giova neanche all'ape (Marco Aurelio) - Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti sono capaci di tutto (B. Makeresko) - Qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. ( M. Pantaleoni) - Il saggio, sdegna non di ridere, ma di deridere (A. Graf) - Il mondo è cominciato senza l'uomo, e finirà  senza di lui (C. Levi Strauss) - L'impoverimento linguistico è, per un popolo, sintomo di decadenza (F. Collettini) - La natura non fa nulla di inutile (Aristotele) - L'oppresso che accetta l'oppressione, finisce per farsene complice (V. Hugo) - Serve un nuovo modo di pensare per superare i problemi creati da vecchi modi di pensare (E. Einstain) - Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi (W. Shakespeare) -