#266 - 27 giugno 2020
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 10 luglio, quando lascerà  il posto al numero 267. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po di SATIRA: Il Paradiso lo preferisco per il clima, l'Inferno per la compagnia (M. Twain) - Quando le cose non funzionano in camera da letto, non funzionano neanche in soggiorno (W.H. Masters) - L'intelligente parla poco, l'ignorante parla a vanvera, il fesso parla sempre (A: De Curtis) - Il sesso senza amore è un'esperienza vuota, ma tra le esperienze vuote è la migliore (W. Allen) - Per alcune cose ci vuole tanta pazienza, per tutte le altre c'è la gastrite (L. Limbus) - Non avere un pensiero e saperlo esprimere: è questo che fa di un uomo, un giornalista (K. Kraus) - Le banche ti prestano denaro, se puoi dimostrare di non averne bisogno (B. Hope) -
Arte

Le dolomiti dal cuore alla tavolozza

Piccola luna

Di Filippo Parodi

Piccola luna lontana, guardi rapita le ultima pennellate rosse
di tuo fratello Sole che sta calando dietro un orizzonte blu.
Il tuo alito bianco macchia il cielo già screziato
da nuvole leggere che carezzano le cime.

Stai ammirando un castello turrito, più noto dei più famosi manieri duecenteschi,
che lancia le sue torri verso il cielo, per la gioia degli scalatori
o per il godimento estetico degli amanti della montagna.

L'Architetto che ha progettato il castello ha curato anche la direzione dei lavori,
attento alla cura dei particolari,
con il Gelo per spaccare e correggere, con il Vento per limare e lisciare.

Ha pensato anche ai colori predisponendo dolomia purissima
nei punti che al tramonto avrebbero ricevuto l'ultimo bacio del sole,
incendiandosi e illuminando la scena sempre nuova
e sempre diversa di una montagna incantata.

Piccola luna

AFORISMI - L'uomo che non ha sogni, non ha le ali per volare (C. Clay) - Da sempre in politica patrocinare la causa del povero è stato il mezzo più¹ sicuro per arricchirsi (N. G. Davila) - Ciò che non giova all'alveare non giova neanche all'ape (Marco Aurelio) - Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti sono capaci di tutto (B. Makeresko) - Qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. ( M. Pantaleoni) - Il saggio, sdegna non di ridere, ma di deridere (A. Graf) - Il mondo è cominciato senza l'uomo, e finirà  senza di lui (C. Levi Strauss) - L'impoverimento linguistico è, per un popolo, sintomo di decadenza (F. Collettini) - La natura non fa nulla di inutile (Aristotele) - L'oppresso che accetta l'oppressione, finisce per farsene complice (V. Hugo) - Serve un nuovo modo di pensare per superare i problemi creati da vecchi modi di pensare (E. Einstain) - Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi (W. Shakespeare) -