#258 - 7 marzo 2020
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rester in rete fino alla mezzanotte del giorno 27 gennaio quando lascer il posto al numero 300. ORA per VOI un po' di SATIRA - Finch ti morde un lupo, pazienza; quel che secca quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Fotografia

Roma - La galleria 28 Piazza di Pietra

Fotografie con gusto

Una personale di fotografia di Sergio Ceccotti

In mostra sui due livelli della galleria oltre 20 dipinti tutti di ambientazione romana con un inserto dedicato al cibo, una selezione di quadri di piccolo formato raffiguranti appetitose pietanze di gusto tipicamente italiano.

Nel 1955 Sergio Ceccotti espone per la prima volta, a Roma nell’ambito di una mostra riservata all’arte giovanile. Prende così avvio un longevo e fecondo percorso artistico che lo porta ad acquisire e consolidare consensi e riconoscimenti in Italia e all’estero.
Un percorso che conduce ora Ceccotti alla Galleria 28 Piazza di Pietra con una personale che egli dedica a Roma: sua città per nascita ed elezione.

Le opere esposte sono testimonianza del patrimonio di suggestioni e influssi maturato nel corso di una vita artistica ricca di contaminazioni culturali e riferimenti pittorici.

Fotografie con gustoFotografie con gusto

Ceccotti non si propone solo di mostrare Roma attraverso scorci della sua “grande bellezza”, i suoi quadri divengono quasi le pagine di un racconto, i fotogrammi di un film che hanno la città e i suoi abitanti per protagonisti.

Fotografie con gustoFotografie con gusto

Al fascino delle ambientazioni esterne si accostano, a volte nella medesima opera, minuziose rappresentazioni di interni, in cui oggetti di norma “poco considerati” assumono un ruolo di rilievo. E c’è poi la frequente presenza umana ad accrescere la percezione che Ceccotti non stia affidando al nostro sguardo e alle nostre emozioni i luoghi di Roma ma la sua vita.

Fotografie con gustoFotografie con gusto

Come scrive la curatrice Eva Pedersen nel testo critico che correda la mostra: “I quadri di Ceccotti, prima di suscitare una coscienza intellettuale mediata che travalica la pittura, colpiscono per la loro bellezza. La bellezza misteriosa e segreta della vita quotidiana nella città più affascinante del mondo”.

Fotografie con gustoFotografie con gusto

Ulteriore riferimento alla quotidianità è inoltre fornito dal ricorso al tema del cibo. Attraverso una rappresentazione, particolarmente efficace, di piatti della tradizione Sergio Ceccotti arricchisce la mostra con un delizioso e attraente cammeo.

Fotografie con gustoFotografie con gusto

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessit di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidariet tra singoli e le comunit, a tutte le attualit... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicit e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.