#251 - 16 novembre 2019
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 17 aprile, quando lascerà il posto al numero 261. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po' di SATIRA - Nasciamo nudi, umidicci ed affamati. Poi le cose peggiorano - Chi non s ridere non è una persona seria (P. Caruso) - l'amore è la risposta ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande (W. Allen) - Ci sono persone che si sposano per un colpo di fulmine ed altre che rimangono single per un colpo di genio - Un giorno senza una risata è un giorno sprecato C. Chaplin) - "Il tempo aggiusta ogni cosa" Si sbrigasse non sono mica immortale! (F. Collettini) - Non muoverti, voglio dimenticarti proprio come sei (H. Youngman) - La differenza tra genialità e stupidità è che la genialità ha i suoi limiti (A. Einstein). -
Cinema

La rassegna del Museo Nazionale del Cinema in occasione della mostra #FacceEmozioni 1500-2020: dalla fisiognomica agli emoji (Mole Antonelliana, fino al 6 gennaio 2020)

Torino - Cinema Massimo

Robert Redford

Omaggio ad uno degli interpreti più amati dal pubblico cinematografico
parte seconda

di Federica Fasciolo

18 novembre
Alan J. Pakula - Tutti gli uomini del presidente (All the President's Men)
Come i due giovani cronisti del quotidiano Washington Post, Carl Bernstein e Bob Woodward (autori del libro sul quale si basa la sceneggiatura di William Goldman), scoprirono il collegamento tra la Casa Bianca e il caso Watergate, provocando nel 1974 le dimissioni del presidente Nixon.

Robert RedfordRobert Redford

19 novembre
Sydney Pollack - Il cavaliere elettrico (The Electric Horseman)
Un campione di rodeo sfrutta la sua notorietà al servizio di un grosso marchio. Un giorno, però, dà l'addio alle pagliacciate, alle sponsorizzazioni e alla civiltà dei consumi, e ruba il suo partner, un cavallo famoso ma completamente schiavo. Poi scappa verso le montagne per liberarlo. Lo accompagna una giornalista che vuol montare il "caso".

Robert RedfordRobert Redford

20 novembre
George Roy Hill - La stangata (The Sting)
Negli anni Trenta, due abili imbroglioni riescono, con una partita a poker truccata e una girandola di trovate esilaranti, a truffare una grossa somma di denaro a un terribile gangster di Chicago. La truffa colossale è anche e soprattutto l'occasione per vendicare la morte di un comune amico. 7 Oscar, tra cui quello per il film e per la regia.

Robert RedfordRobert Redford

20 novembre
Barry Levinson - Il migliore (The Natural)
Roy Hobbs è un ragazzo dallo straordinario talento per il baseball. Poco prima del primo provino della sua vita con i Chicago Cubs, però, conosce Harriet che, senza ragioni, gli spara e poi si suicida. Sedici anni dopo, Roy gioca in una squadra di second’ordine ma, grazie al suo talento, porta i Knights alla finale di Lega.

Robert RedfordRobert Redford

                             ufficiostampa@museocinema.it
Non è coraggio senza pazienza, non è gioia senza fatica, non è forza senza dolcezza, senza umiltà non è gloria ( Nicolò Tommaseo) - Noi abbiamo una sola vita: se anche avessi fortuna, se anche raggiungessi la gloria, di certo sentirei di aver perduto la mia, se per un solo giorno smettessi di contemplare l'universo ( Marguerite Yourcenar) - Nel teatro la parola è doppiament glorificata: è scritta, come nelle pagine di Omero, ma è anche pronunciata, come avviene fra due persone al lavoro: non c'è niente di più bello (Pier Paolo Pasolini) - Con la costanza e con la perseveranza si arriva tutti ai grandi risultati attesi, che corrispondono non tanto alle vittorie in sé, quanto piuttosto alla progressiva scoperta dei nostri limiti (Gabriella Dorio) - La libertà dell'uomo è definitiva ed immediata, se così egli vuole: essa non dipende da vittorie esterne, ma interne (Paramhansa Yogananda).