#246 - 20 settembre 2019
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rester in rete fino alla mezzanotte del giorno 27 gennaio quando lascer il posto al numero 300. ORA per VOI un po' di SATIRA - Finch ti morde un lupo, pazienza; quel che secca quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Cinema

Il Festival del Cinema Filippino in Italia, nella sua seconda edizione

Roma - Casa del Cinema a Villa Borghese

Festival del Cinema Filippino

di Federica Fasciolo

Organizzato dall’Ambasciata delle Filippine a Roma, dalla succursale di Roma del Sentro Rizal, e dal Film Development Council of the Philippines (FDCP), il Festival intende promuovere la cultura filippina in Italia e sviluppare un legame interpersonale più profondo tra filippini e italiani.

Festival del Cinema FilippinoFestival del Cinema Filippino

“La seconda edizione del Festival del Cinema filippino è parte delle attività nate in occasione del Centenario del cinema filippino. Vogliamo proporre dei film intimi che mostrino i valori delle Filippine e, allo stesso tempo, la nostra eccellenza nel cinema e nella narrazione”, ha detto l’Ambasciatore delle Filippine in Italia, Domingo Nolasco.

Festival del Cinema FilippinoFestival del Cinema Filippino

“I film che proponiamo quest’anno sono diversi tra loro e presentano vari aspetti della società filippina. Quest’anno proietteremo Lugta ke Tamama di Kevin Piamonte, un documentario sulla popolazione indigena Aeta, vissuta tradizionalmente a Boracay, una delle mete turistiche più frequentate delle Filippine. Il film è sull’impatto del turismo e del sovrasviluppo sugli Aeta”, ha commentato l’Ambasciatore.

Festival del Cinema FilippinoFestival del Cinema Filippino

Oltre Lugta ke Tamama, i film presentati al Festival sono:

Distance (2018) / “Distanza” di Perci Intalan. Liza torna alla famiglia che aveva abbandonato anni prima. Il marito ed i figli affrontano con difficoltà il suo ritorno.

Festival del Cinema FilippinoFestival del Cinema Filippino

Hintayan ng Langit (2018) / “Aspettando il Paradiso” di Dan Villegas. Lisang, in procinto di lasciare il Purgatorio, incontra il suo ex-fidanzato, recentemente scomparso.

I’m Drunk, I Love You (2017) / “Sono ubriaca, ti amo” di JP Habac. Due migliori amici partono per un ultimo viaggio on the road dove capiscono cosa provano realmente l’una per l’altro.

Festival del Cinema FilippinoFestival del Cinema Filippino

Mamang (2018) di Denise O’Hara. Mamang è un’anziana signora che lotta contro la demenza. Comincia a rivivere il suo passato e dovrà decidere se rimanere sana o lasciare che la sua mente vaghi.

Tutti i film saranno proiettati in versione originale con sottotitoli in italiano e inglese, eccetto I’m Drunk, I Love You che ha solo sottotitoli in inglese. L’entrata è libera.

Festival del Cinema FilippinoFestival del Cinema Filippino

“Vogliamo che il Film Festival rafforzi i rapporti culturali tra le Filippine e l’Italia. Ci sono più di 160.000 filippini che vivono e lavorano in Italia. Il Festival è un’opportunità di approfondire la conoscenza culturale tra la nostra gente e un’occasione per mostrare le meraviglie delle Filippine”, ha aggiunto l’Ambasciatore.

Festival del Cinema FilippinoFestival del Cinema Filippino

www.facebook.com/pg/PHinItaly/events/

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessit di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidariet tra singoli e le comunit, a tutte le attualit... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicit e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.