#243 - 29 giugno 2019
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarr in rete fino alla mezzanotte del giorno di venerdi 31 maggio quando lascer il posto al numero 352 - BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, pu durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni pi importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perch" (Mark Twain) "L'istruzione l'arma pi potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) La salute non un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perch i servizi sanitari siano accessibili a tutti. Papa Francesco Il grado di civilt di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bens nella capacit di assistere, accogliere, curare i pi deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civilt di una nazione e di un popolo. Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosit, vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Teatro

Comunità Domenicana del Convento di Santa Maria Sopra Minerva
Associazione Arca Petrina Onlus
Centro Internazionale Studi Cateriniani

Roma - Convento S.Maria sopra Minerva

Caterina e Francesco

Due straordinari italiani

In occasione dell’80° anniversario della proclamazione di S. Francesco d’Assisi e S. Caterina da Siena Patroni d’Italia, la Comunità Domenicana del Convento di Santa Maria Sopra Minerva e l’Associazione Arca Petrina Onlus sono lieti di presentare lo spettacolo teatrale Caterina e Francesco - Due straordinari italiani. La manifestazione avrà luogo in Roma presso la Biblioteca Antica del Palazzo dei Domenicani aperta per la prima volta al pubblico i giorni 6 e 7 Luglio 2019.

Caterina e Francesco

Il 18 giugno 1939 Papa Pio XII proclamava Santa Caterina da Siena e San Francesco d’Assisi Patroni d’Italia.
Per ricordare e onorare le figure dei due santi italiani, in occasione dell’ottuagenario della loro proclamazione, Fra Angelo Di Marco ha voluto realizzare uno spettacolo teatrale ispirato agli anni della loro giovinezza: chi erano prima di diventare San Francesco e Santa Caterina? Come sono arrivati alla loro svolta esistenziale? Quanto hanno dovuto lottare e contro chi per realizzare il loro progetto di vita?
Caterina e Francesco, esaminati dal Papa, si metteranno a nudo, intimamente. Con il loro infinito amore e la loro forza rivoluzionaria, hanno lasciato nella nostra vita un’orma tuttora viva e profonda.

Lo spettacolo sarà accompagnato da musica dal vivo, ed è rivolto prevalentemente ad un pubblico giovane, sperando che possa facilmente identificarsi con gli impulsi e le dinamiche che hanno vissuto da giovani Francesco e Caterina: dinamiche universali e sempre attuali.

Interpreti:Clara Galante (Caterina), Giuseppe Nitti (Francesco), Tiziana Corese (Suor Letizia), Emidio La Vella (voce di Papa Pio XII) Musiche diW.A.Mozart, G. Fauré, E. Granados eseguite daMassimiliano Faraci (pianoforte) e Pamela Lucciarini (soprano) Costumi a cura di Stefano De Caro Testo e Regia di Elisabetta Bernardini Sabato 6 luglio lo spettacolo sarà preceduto da una introduzione di Luca Verdone

          Ufficio Stampa e comunicazione    alessandro.decadi@gmail.com
AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessit di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidariet tra singoli e le comunit, a tutte le attualit... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicit e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libert di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.