#242 - 15 giugno 2019
AAAA. ATTENZIONE - Cari Lettori, questo numero resterà in rete fino a venerdi 23 agosto, quando cederà il posto al n° 245. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora per voi ecco qualche massima: Meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio (O. Wilde) - Riesco a resistere a tutto tranne che alle tentazioni (O. Wilde) - Un banchiere è uno che vi presta l'ombrello quando c'è il sole e lo rivuole indietro appena comincia a piovere (M. Twain) - Il vantaggio di essere intelligente è che si può fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile (W. Allen) - Sembra che io abbia una costituzione che non regge l'alcol e ancor meno l'idiozia e l'ignoranza (J.Kerouac) - Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza (A. Block) -
Religione

In occasione dell'80 di proclamazione a Patrono d'Italia

Per l'evento promosso presso la Camera dei Deputati
dal Movimento dei Focolari
e dall’Associazione Internazionale dei Caterinati

Letter@perta

San Francesco

Dal Volume "Santi chi puo'"
Di Dante Fasciolo e Lucio Trojano - Aracne Editrice

San Francesco

Come è difficile scriverti, Francesco.
Il groviglio dei pensieri e le opere dei giorni
imprigionano gli uomini del nostro tempo,
e lo spazio loro riservato è distante e dissimile
dallo spazio che occupa la tua mente e il tuo cuore.

Il labirinto della vita, oggi, obbliga il transito
sui sentieri impervi dell’arrivismo,
della superbia, dell’affermazione sull’altro,
e nega l’uscita verso la verità
che germoglia nella semplicità della tua vita.

Perfetto è l’assioma che rovescia il detto.
In te, l’abito fa il monaco
e il tuo saio sdrucito e rattoppato
è lo specchio impietoso delle nostre coscienze
che annaspano nel pozzo dell’ignavia.

Barlumi di resipiscenza di tanto in tanto
stringono il nodo di sottile filo che ci lega ancora
alla natura e alla bellezza che ci circonda…
ma come è facile incrociare di nuovo
le inestricabili vie delle nostre aride città.

Non interpellano più i nostri sentimenti
gli uccelli che annunciano l’alba,
e ai quali tu parlavi e davi lezioni di bon ton;
e facile è schivare i poveri abbandonati sui selciati,
così simili al lebbroso che tu abbracciasti.

Come è difficile scriverti, Francesco,
e come lo è seguirti irrefrenabilmente,
anche quando il cuore accelera il suo battito
e sembra voler uscire dal corpo e ribellarsi,
per testimoniare te e il talento che hai impresso alla vita.

SULL'AMORE - L'amore ha le sue ragioni che la ragione non conosce (B. Pascal) - L'amore nasce di nulla e muore di tutto (A. Karr) - L'amore rende valoroso anche il codardo (Plutarco) - L'amore non va pronunciato, va dimostrato (Aphoriistikon) - Coloro che vivono d'amore vivono d'eterno (E. Verhaeren) - Amore non è amore se muta quando trova un mutamento (W. Shakespeare) - L'amore è la saggezza dello sciocco e la follia del saggio (S. Johnson9