#239 - 4 maggio 2019
**AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 31 maggio, quando lascerà il posto al numero 241. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi SATIRIKON: Se sei felice non urlarlo, il dolore ha il sonno leggero - Trovo che la televisione sia molto educativa, ogni volta che qualcuno l'accende vado in un'altra stanza a leggere un libro (G.Marx) - Non c'è nulla di più facile che smettere di fumare, io stesso ho smesso già 137 volte! (M. Twain) - Quando voglio prendere una decisione di gruppo, mi ricordo di specchi (W. Buffet) - L'alcol uccide lentamente. Non c'è problema, non ho fretta! (G. Courteline) - Quando dicono che lo fanno per il tuo bene, generalmente è per il loro - L'uomo ha inventato la bomba atomica ma nesun topo costruirebbe una trappola per topi (E. Eistein) - E' un peccato che peccare sia peccato (F. Collettini) - E' ridicolo come ti sei bardato per questo mondo! (F. Kafka) - **
Iniziative

Roma - Galleria Alberto Sordi

Colonnata

Scultura Libreria di Antonio Bruni

Colonnata”, scultura libreria di Antonio Bruni, è esposta dal 17 al 24 maggio 2019 nella Galleria Alberto Sordi al centro di Roma, come simbolo del Festival d’idee “Un Pensiero Per Roma”.
Il pubblico è invitato a una breve meditazione nell’abbraccio di Colonnata, ispirata alla piazza del Bernini, e che simboleggia l’invito universale del sapere.

ColonnataColonnata

Le colonne della conoscenza, autonome e diseguali ma connesse, costituiscono i pilastri della civiltà.
Quest’opera, unica, è la seconda di una serie ispirata ai simboli di Roma. Colossea è stata la prima, esposta nelle gallerie Alberto Sordi (2017) Di Pietra (2018) e Casa dell’Architettura (2019), sempre a Roma. Seguiranno Scalinata e Panthean.

La scultura è composta di sessantadue elementi di ciliegio massello, indipendenti, smontabili e di misure differenti.
I profili sono tracciati a mano; le giunture a incastro di spine.
La lucidatura trasparente mantiene il colore naturale.
L’istallazione occupa uno spazio di 610x500 cm. L’altezza massima è di cm.322.

ColonnataColonnata

Curatori della mostra, patrocinata dalla Regione Lazio e dal Municipio Roma 1 Centro, sono Roberto Dottorini e Giovanna Tarasco, allestita con gli studenti del Liceo Artistico Di Ripetta.
Intorno a Colonnata si svolgono gli incontri del Festival, presentati da Rosanna Vaudetti, con libere espressioni di meditazione urbana di autori, artisti, interpreti e del pubblico.
Nella prima edizione del 2017, attorno alla scultura libreria Colossea, decine di partecipanti avevano discusso di come animare le piazze di Roma contemporanea, con opere d’arte e pedane per gli artisti.

ColonnataColonnata

Antonio Bruni realizza lavori in masselli pregiati (noce, ulivo, olmo, ciliegio) ripensando la visione tradizionale del mobile.
L’opera si sviluppa dalla bellezza intrinseca della materia, è costruita in asimmetrie modulari, senza tradire l’uso e a fruibilità dell’oggetto.
Il mobile è progettato adattabile alla variabilità dei luoghi, degli spazi e delle necessità.

Autore di programmi televisivi, già dirigente RAI, Bruni ha pubblicato poesie quotidiane di attualità (UnoMattina e Il Popolo) e poemi in teatro con sessanta interpreti.
Lavora con il maestro ebanista Leonardo Ciccarelli, per il taglio e l’esecuzione del legno, nel laboratorio di Monsoreto di Dinami in Calabria.

Colonnata

                   posta@antoniobruni.it      www.antoniobruni.it
AFORISMI - L'uomo che non ha sogni, non ha le ali per volare (C. Clay) - Da sempre in politica patrocinare la causa del povero è stato il mezzo più sicuro per arricchirsi (N. G. Davila) - Ciò che non giova all'alveare non giova neanche all'ape (Marco Aurelio) - Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti sono capaci di tutto (B. Makeresko) - Qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. ( M. Pantaleoni) - Il saggio, sdegna non di ridere, ma di deridere (A. Graf) - Il mondo è cominciato senza l'uomo, e finirà senza di lui (C. Levi Strauss) - L'impoverimento linguistico è, per un popolo, sintomo di decadenza (F. Collettini) - La natura non fa nulla di inutile (Aristotele) - L'oppresso che accetta l'oppressione, finisce per farsene complice (V. Hugo) - Serve un nuovo modo di pensare per superare i problemi creati da vecchi modi di pensare (E. Einstain) - Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi (W. Shakespeare)