#111 - 17 novembre 2014
AAAAA ATTENZIONE Cari lettori questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte del 7 febbraio quando lascerà il posto al n° 256. BUONA LETTURA - ora: AMICI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà a massacrare gli animali non conoscerà ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Editoriale

La scacchiera

di Dante Fasciolo

Il gioco degli scacchi non è nuovo,
da tempo lontano è il gioco degli intelligenti.
E coloro che si ritengono più intelligenti in questo mondo,
gli aderenti al club di nome G20, hanno allestito ancora una volta
un torneo del gioco, in Australia.

Le scacchiere sono molte, anche se il tavolo è unico,
ma gli impavidi giocatori si muovono con agilità
tra una scacchiera e l’altra,
abbandonando subito le partite che presumono perse,
soffermandosi invece su quelle che presumono vincenti.
Sono abili giocatori, navigatori di lungo corso:
non perdono mai di vista la conquista
delle caselle e la possibilità di dare scacco
al re o alla regina del campo avverso.

I più attaccati al potere e che si sentono potenti
giocano in funzione di questi due elementi;
i più timidi, ma desiderosi di conquiste,
azzardano mosse astute con torri e cavalli
e tutti, comunque, indaffarati a difendere
la propria scacchiera…che fa rima
col proprio interesse nazionale.
Solo per convenienza e oscure strategie
includono nel gioco i pedoni
il cui nome è ignorato nella scacchiera
ma che nella scacchiera del mondo un nome lo hanno.

Si chiamano fame, sottosviluppo, povertà,
sottooccupazione e miseria, malattia e ignoranza,
sfruttamento e repressione…
pedoni che vengono mossi strumentalmente
solo per giungere a trattare con più forza
per la più ambita e redditizia casella,
usando colonne, traverse e diagonali…
disegni cinici se tradotti in politica.

Spesso le partite di scacchi restano in sospeso,
né vinti né vincitori,
vincitori e perdenti a metà,
la sfida riprende al prossimo torneo.
Così è al G20: strategie vincenti, strategie perdenti
sono riconsegnate alle nere borse in pelle
con stemmi d’oro della nazione.
Arrivederci alla prossima partita.

AFORISMI - : Chiedere al potere di riformare il potere...Che Ingenuità (Giordano Bruno) - L'Esperienza è il tipo di insegnante più difficile : prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione (O. Wilde) - I fanciulli trovano il tutto anche nel niente, gli uomini il niente nel tutto (G. Leopardi) - E' dell'inferno dei poveri che è fatto il paradiso dei ricchi (V. Hugo) - Il senso morale di una società, si misura da ciò che fa per i propri bambini (D: Bonhoeffer) - Nessun uomo è tanto alto come colui che si inchina per aiutare un altro essere vivente (A. Lincoln) - Il mondo cambia con il tuo esempio, non con la tua opinione (P. Coelho) - Con la violenza puoi uccidere colui che odia, ma non uccidi l'odio (M. L. King).