#222 - 7 luglio 2018
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 15 febbraio, quando lascerà il posto al numero 236. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora per voi : AMICI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà a massacrare gli animali non conoscerà ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Poesia

Chi pianterà giardini nei nostri occhi,
chi nella nostra anima sveglierà l’anima

Attila Jozsef

Dalla fronte di sterili colline
abbiamo tratto pensieri indagatori di stelle,
e su, fino alle altezze
ora lanciamo macchine volanti,
e con le loro orbite immense
abbiamo circondato l’impero delle ali,
con le locomotive pattiniamo su terre lontane
e domani da navi elettriche getteremo le redini
sulle criniere dei mari ruggenti.
Ma uomini, uomini!
chi si accorgerà allora
che bisogna lavare la nostra tavola,
chi dirà alle donne
che bisogna spazzare la tristezza,
chi pianterà giardini nei nostri occhi,
chi nella nostra anima sveglierà l’anima?

AFORISMI - Vivi come puoi, da momento che non puoi vivere come vorresti (Cecilio Stazio) - Perdiamo i tre quarti di noi stessi per essere come le altre persone (A. Schopenhauer) - La cultura è l'unico bene dell'umanità che, diviso tra tutti, anzichè diminuire diventa più grande (H.G. Gadamer) - La gentilezza è il linguafggio che il sordo può sentire e il cieco può vedere (M. Twain) - L'immaginazione è la prima fonte della felicità umana (G. Leopardi) - L'ignoranza è un vizio (Talete) - Se la pensi come la maggioranza il tuo pensiero diventa superfluo (P. Valéry)