#110 - 10 novembre 2014
AAA ATTENZIONE - Questo numero rimarrà in rete fino alla mezzanotte del 1° marzo, quando lascerà il posto al numero 347. Ora MOTTI per TUTTI : - Finchè ti morde un lupo, pazienza; quel che secca è quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport è l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte è costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista è colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Poesia

Come preghiera contro la rabbia e la disperazione dei giorni dell'alluvione

dal cuore degli uomini

Poesie d'acqua

Cadde una goccia di Pioggia Gigante
di Emily Dickinson

Cadde una goccia di pioggia gigante
Poi fu come se le mani
Che frenavano le dighe lasciassero la presa
L’acqua inondò il cielo

Etogramma dell’acqua
di Giorgio Celli

L’acqua è in noi è fuori di noi
L’acqua circola nelle arterie e scorre nei fiumi
Ritorna alle sorgenti attraverso l’ombelico delle nuvole
Cade come pioggia diluvia straripa nei sogni

Parla ciarla pettegola con i pesci e con le alghe
Precipita nelle cascate aprendo delle grandi ali d’angelo
Batte insonne contro gli attracchi si dilata nei mari
All’orizzonte sconfina in un cielo popolato di vele

Si impenna con criniere di canizie nell’ora del tifone
O si distende placida sul letto serico della bonaccia
Lapida l’adultera terra con la sassaiola della grandine
Lungo le rotte dell’Argolide incanta la nave di Giasone

L’acqua irriga ed evapora ascende e discende
È silenziosa nella neve e canta nella fontana
L’acqua del battesimo redime l’acqua del gorgo strangola
Nelle viscere del mondo l’acqua della falde attende…

Acqua bianca
di Roberto Roversi

Acqua bianca acqua di perla
Acqua sovrana
Col tuo grande valore
Lascia la solitudine della montagna
E perditi nel mare delle città
Che hanno mille occhi e mille cuori.

Bacia anche la fronte di un bambino.
Tu hai la sorte
di portare l’aquilone del mattino
alla terra dei pesci
e alla guerra degli uomini.

Ti prego
Acqua benedetta ombra di nuvole
Anche se l’avido secolo ti fa infuriare
Corri leggere sulla mia mano
Non farmi mai naufragare.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato.