#214 - 24 marzo 2018
AMICI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà a massacrare gli animali non conoscerà ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Humour

Ballata Postelettorale

Di Mario D'Alessandro

Dice la Costituzione,
la qual non è in discussione,
che in Italia, ogni momento,
chi comanda è il Parlamento:
niente vinti o vincitori,
deputati o senatori,
c’è chi ha preso più favori
dei sovran loro elettori,
ma se sono in maggioranza
di un governo c’è speranza.
E chi “premier” vien chiamato
solo a questo è assoggettato
e non valgon le pretese
di un governo a larghe… intese:
la maggioranza ha il potere
e chi no, resta a vedere.

Certo Sergio Mattarella,
presidente attuale in sella,
può tentar la soluzione
per salvare la Nazione,
da persone … incompetenti
presuntuose e prepotenti.
Chi dall’Euro vuol uscire
e rimettere le lire,
ma non dice la maniera
mentre ancora aspetta e spera,
come fosse un dittatore
dell’Italia già signore,
ignorando anche i trattati
da tant’anni celebrati.
Chi le tasse vuol tagliare
ma non dice come fare,
e propon la “tassa piatta”
come fosse cosa fatta;
chi lavoro vuol creare
ma non sa dove parare.
Qui si credono … statisti,
ma son sol degli… arrivisti.

La Camera vuol Di Maio
senza scranno, con la sdraio,
mentre ancora nel Senato
non si trova un candidato,
ma tra chiacchiere e notizie
si avran presto altre primizie.
C’è chi attende il primo aprile
per un … pesce nel barile
o che esca da un bell’uovo
un governo forte e nuovo...
Il Di Maio e il buon Salvini
parlan coi telefonini,
forse san che il faccia a faccia
porti a qualche parolaccia,
come quelle già sentite
nei comizi e in qualche lite.

Un’idea c’è generale
sulla legge elettorale,
che in gran parte l’han votato
ma l’han già dimenticato:
un governo voglion fare
per poterla ora cambiare,
e se avvien tale portento
poi l’approva il Parlamento?
Se non c’è la maggioranza
ricomincia ancor la danza?
Ah, l’Italia ha proprio l’arte
del giochetto di tre carte.
Cinque stelle, che disastro,
a noi basta solo un … astro.

PROVERBI ITALIANI - 1) A buon cavalier non manca lancia. - 2) A buon cavallo non manca sella. - 3) A buon intenditor poche parole. - 4) A caval donato non si guarda in bocca. - 5) A chi batte forte, si apron le porte. 6) A chi non vuol far fatiche, il terreno produce ortiche. - 7) A chi troppo e a chi niente. - 8) A chi ti porge un dito non prendere la mano. - 9) A goccia a goccia si scava la pietra- 10) A gran salita, gran discesa. -