#212 - 24 febbraio 2018
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 26 ottobre, quando lascerà il posto al numero 229. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po' di proverbi romaneschi: -Li mejo bocconi sò der coco - Fà del bene all'asini che ce ricevi i carci in panza - Ci va a dormi col culo che je rode, se sveja cor dito che je puzza - A l'omo de poco faje accenne er foco - Più la capoccia è vòta , più la lingua s'allunga - Acqua passatas non macina più - Daje eddaje pure li piccioni se fanno quaie - Li sordi so' come li dolori, chi cellà se li tiene - Fidate del ricco impoverito, non te fidà del povero arricchito ---
Editoriale

Verità e bugie

di Dante Fasciolo

In ogni tempo l’uomo ha proposto le sue verità;
ma ora viviamo tempi che è difficile credere
perché l’uomo ha abusato del termine
contraddicendolo oltre misura.
E’ vero, ci sono verità verificabili coi fatti,
o con una lettura delle ovvietà; e tant’è, sull’argomento
c’è ancora voglia di scherzare, e per dimostrare sincerità
basta infilare la mano nella bocca della verità.
C’è poi la verità più vera, quella della fede:
“Io sono la via, la verità, la vita”
frase evangelica alla quale viene rimandata
ogni esperienza ed ogni ragione non determinabili.
I credenti fanno tesoro del Vangelo
e lo vivono come meglio possono con discrezione;
ma sono ormai troppi coloro che lo sbandierano
e le loro parole hanno il colore di una visibile menzogna.
C’è chi consuma dentro di sè il dolore della vita
e c’e chi cerca di ostendarlo presentandosi
con Rosario e Vangelo mascherando l’ipocrisia
di una propria visione goffa e deformata della vita stessa.
Campioni di mancate verità vendute come tali
si rincorrono ogni dove costantemente
e lo spazio per il confronto delle idee, dei propositi,
delle rivendicazioni oggi soffoca.
C’è da far credere qualcosa a chi aspetta fiducioso?
Quale migliore dose di false verità per ammannire
una scarna mensa già priva di virtù e di speranza!?
… gli specialisti del falso, avanzano imperterriti.
Ecco le idee e le soluzioni..! ecco gli uomini nuovi..!
gallina vecchia fa buon brodo..!scegliete l’usato sicuro..!
dibattiti pubblici stucchevoli, insignificanti
si rincorrono con funambolistiche promesse illusorie…
Nessuno dei partecipanti si propone
alla macchina della verità perché tutti sanno
che il grafico segnerebbe i più alti picchi di bugie;
le parole volano, falsità ed inganno già domani sono dimenticate.

ANIMALIA - Se raccogliete un cane affamato e lo nutrite non vi morderà: Ecco la differenza tra l'uomo e il cane (M. Twain) - Chi ha creato i gatti si poteva permettere di sbagliare tutto il resto (M. Migliaccio) - I gatti sono tutti quanti liberi professionisti (Sy Fisher) - Quando un uomo uccide una tigre, lo chiamano sport, quando viene ucciso dalla tigre la chiama ferocia (G.B.Shaw) - Coloro che uccidono gli animali per mangiarne le carni saranno più inclini dei vegetariani a massacrare i propri simili (Pitagora) - Ciò che distingue il genere umano dal regno animale è che in quest'ultimo è sconosciuta la malvagità fine a se stessa (A. Morandotti) - Dobbiamo svuotare le gsbbkie, non renderle più grandi (T. Regan) - L'intelligenza è negata agli animali solo da coloro che ne possiedono assai poca (A. Shopenhauer) -----