#212 - 24 febbraio 2018
AAAATTENZIONE - CARA AMICI LETTORI, DA QUESTO NUMERO IL GIORNALE DIVENTA MENSILE. LE NUOVE USCITE SARAN- NO AL PRIMO GIORNO DI OGNI MESE. iL NUOVO NUMERO 353 SARA' IN RETE IL GIORNO 1 lUGLIO. BUONA LETTURA A TUTTI. Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo cos alto da giustificare metodi cos indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il pi piccolo degli animali una delle pi nobili virt che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuer a massacrare gli animali non conoscer ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo il pi crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Televisione

Zapping

Frammenti semiseri di cronaca televisiva

di Luigi Capano

ZappingZapping

Su Rai Yoyo danno ogni sera Masha e Orso, un simpatico cartone animato di provenienza russa.
Protagonisti la piccola Masha, una bambina tanto pestifera quanto creativa e il suo affezionato e paterno amico Orso, dall’indole schiva e paziente.
Con infantile godimento indugiamo sulle loro piccole storie che – come tutti i cartoni animati di qualità - hanno il raro pregio di portarci d’un balzo in un’auratica dimensione extra-ordinaria a condividere con le creature elementari che la popolano tante piccole, irreali avventure animiche. Come ben sapeva il geniale teosofo Walt Disney, illustre pioniere del film d’animazione.

Zapping

Se girovaghiamo tra gli altri canali ci imbattiamo con molta facilità – di questi tempi – in tribune elettorali più o meno infervorate, più o meno prolisse. Fra poco – a marzo - si va al voto e i candidati più in vista si danno da fare, fanno il loro mestiere, ovviamente. Se le danno anche di santa ragione, ma a distanza questa volta: almeno finora, nessun confronto diretto tra i vari leader. Peccato perché un sano confronto-scontro sarebbe stato democraticamente più utile ai fini di una più consapevole decisione finale.

ZappingZapping

Sembra che i comizi che un tempo spesso riempivano le piazze - ricordiamo, a Roma, quelli di Berlinguer a Piazza San Giovanni e di Almirante a Piazza del Popolo – oggi trovino un più sicuro ostello nella dimensione virtuale della scatola televisiva. Si avvicendano così sotto i nostri occhi distratti i leader del momento: Berlusconi, Di Maio, Renzi, Salvini, Grasso, Meloni, ci incalzano ogni giorno con proposte, promesse, esplicite richieste di voto per il bene del paese. Sembrano tutti piuttosto in forma, in verità, e tutti a loro modo convincenti.

ZappingZapping

Abbiamo colto più volte – e non senza sorpresa- il candidato Renzi ad arringare gli astanti con corrivi proclami antifascisti che credevamo ormai non più proponibili.”Noi ribadiamo con forza che siamo orgogliosamente antifascisti e che questo paese è orgogliosamente antifascista” e poi ancora “ Il nazifascismo è stato il male assoluto...chi non è antifascista non è degno di far parte della comunità democratica italiana”. Ci permettiamo una breve chiosa alle parole alate dell’ex presidente del Consiglio: la locuzione “male assoluto”, di indubbio valore emotivo, sul piano speculativo è un grossolano errore dato che l’assoluto non attiene all’umano.

ZappingZapping

Per di più non è privo di pericolo mettere in circolo certe espressioni che relegano la vittima di turno ai margini dell’umanità. “Il male assoluto” fino ad ora riferito al nazismo, viene esteso da un baldo politico, in questo caso avventato, anche al fascismo.
A chi toccherà in futuro? A chi tocca nun se ‘ngrugna, direbbe Pasquino.
Quanta noia ci comunicano questi nostri politici che sempre più spesso sentiamo affini ai televenditori ed ai disturbatori telefonici!
Mettiamo lestamente mano al telecomando e ci tuffiamo giulivi in una nuova puntata di Masha e Orso.

Zapping

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessit di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidariet tra singoli e le comunit, a tutte le attualit... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicit e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libert di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.