#211 - 17 febbraio 2018
AAAA. ATTENZIONE - Cari Lettori, questo numero rester in rete fino a venerdi 3 giugno quando ceder il posto al n 274. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora per voi ecco qualche massima: Meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio (O. Wilde) - Riesco a resistere a tutto tranne che alle tentazioni (O. Wilde) - Un banchiere uno che vi presta l'ombrello quando c' il sole e lo rivuole indietro appena comincia a piovere (M. Twain) - Il vantaggio di essere intelligente che si pu fare l'imbecille, mentre il contrario del tutto impossibile (W. Allen) - Sembra che io abbia una costituzione che non regge l'alcol e ancor meno l'idiozia e l'ignoranza (J.Kerouac) - Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza (A. Block) -
Ambiente

Una sollecitazione dal giornale settimanale siciliano

Da solfatare a musei

Di Giacomo Lisacchi

Da solfatare a museiDa solfatare a musei

Trent’anni è l’arco di tempo di una generazione e mezza. È passata cioè una generazione e mezza da quando, con la Legge regionale n. 34 dell’8 novembre 1988, la Regione siciliana decretò la dismissione del settore zolfifero con la chiusura di tutte le miniere, dopo oltre un secolo di questa attività.

Da solfatare a museiDa solfatare a musei

Nel frattempo, dal 1988 ad oggi, sono nati, cresciuti e diventati giovani donne e uomini che non hanno mai visto partire pullman di zolfatari, che non hanno mai respirato nell’aria quel lieve odore particolare di zolfo che emanavano i vestiti e anche la pelle dei minatori.
Miniere di zolfo che sono state dannazione e ricchezza di questa terra e che ora si vogliono trasformare in musei.

Da solfatare a museiDa solfatare a musei

A questo proposito, recentemente si è svolto a Villarosa, presso l’aula consiliare di Palazzo di città, il primo convegno dell’Associazione Regionale Amici delle Miniere e dei Minatori della Sicilia, al quale hanno partecipato diversi componenti provenienti da tutta la regione. Un evento a conclusione del quale tutti i convenuti si sono dati appuntamento per un secondo incontro a Caltanissetta.

Da solfatare a museiDa solfatare a musei

A Salvatore Trapani, già presidente dell’Ente parco Grottacalda -Floristella, abbiamo chiesto perché si stanno promuovendo questi eventi?
“Lo scopo principale - spiega Trapani - è quello di dare alla Sicilia una legge regionale sui parchi minerari dismessi, dopo quella largamente inapplicata del 1991.Nella passata legislatura sono stati presentati i Ddl n.1029/2015 dei Deputati regionali del M5S e n.1068/2015 dei Deputati regionali di Sicilia Futura, riguardanti “Disposizioni per l’utilizzo e la valorizzazione del patrimonio minerario dismesso in Sicilia”. Con la sopravvenuta chiusura della XVI Legislatura, i suddetti DDL non sono stati ne esaminati, ne votati; pertanto per “riesumarli” è necessario richiamare il testo dell’art.136 del Regolamento dell’Ars che permette all’inizio di ogni legislatura al Presidente dell’Ars di trasmettere a ciascuna Commissione, secondo le rispettive competenze, i disegni di legge non esaminati nella precedente legislatura.

Da solfatare a museiDa solfatare a musei

Pertanto, come associazione, riteniamo necessario chiedere al nuovo presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè e al nuovo presidente della Regione Nello Musumeci di trasmettere alla competente Commissione i disegni di legge del M5S e di Sicilia Futura, così come sono stati precedentemente presentati.
Questo al fine di pervenire - aggiunge Trapani - ad una nuova legge che affidi ai Comuni la salvaguardia della memoria storica di ciò che resta del patrimonio minerario dismesso della Sicilia, tra i più grandi d’Europa, e di valorizzare lo stesso a fini turistici e culturali.

Da solfatare a musei

La trasmissione dei disegni di legge alle compenti Commissioni dell’Ars deve avvenire entro sei mesi dall’inizio della legislatura che è iniziata l’11 dicembre 2017; la scadenza del termine è, dunque, l’11 giugno del 2018.
Insomma, abbiamo poco tempo. Per questo motivo stiamo intensificando gli eventi ... un terzo evento conclusivo si dovrebbe svolgere nella sede della “Miniera-Museo di Cozzo Disi” in provincia di Agrigento, dove si spera che nel frattempo che l’Ars abbia approvato una legge sui parchi minerari dismessi”.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessit di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidariet tra singoli e le comunit, a tutte le attualit... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicit e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.