#203 - 7 ottobre 2017
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi1 luglio, quando lascerà  il posto al numero 310. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più¹ importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Editoriale

Spezzatino

di Dante Fasciolo

Come ogni brava massaia sa
lo spezzatino si può cucinare in tanti modi:
con patate, con piselli, con soffritto di cipolla…
piatti con sapori e gusti diversi;
e fin qui la diversità è virtù.

Le cose cambiano se a chiedere la diversità
sono ben 27 piccole entità territoriali europee,
le quali aspirano più o meno a dividersi
dalla nazione-patria rivendicando identità propria,
e sentimento nuovo di libertà.

Un tipo di spezzatino certamente non virtuoso,
semmai, ammantato di una buona dose di ipocrisia
laddove si vuol far credere che identità e libertà
siano i due motori che spingono la divisione,
mentre resta nell’ombra la verità vera.

Salvo sparute schiere di persone
che alle presunte identità credono,
nella maggior parte della popolazione ribelle
la verità vera ha altri nomi:
economia, benessere, denaro.

Sono questi tre i motorini che fanno testo
e si sa che è facile far credere che sia giusto
tenere fermo il sistema, tenere ben stretto il benessere,
accumulare e conservare ad ogni costo il denaro…
alzare nuovi muri da chiamare indipendenza.

In tempi in cui si richiede massima collaborazione
tra stati, nazioni, popoli e governi,
qualcuno pensa a disfare il gomitolo dell’Unione
e la politica politicante inzuppa il pane
nel nuovo spezzatino-minestrone.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.