#196 - 24 giugno 2017
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi1 luglio, quando lascerà  il posto al numero 310. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più¹ importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Editoriale

Arsura

di Dante Fasciolo

Puntuale come ogni anno
torna il problema della mancanza d’acqua,
accompagnata da vuoti sermoni
così teatralmente affascinanti ed inutili.

Non mancano mai i sapienti tuttologi
che armeggiano parole e significati
nel labirinto delle loro incapacità a capire
il male che fanno a se stessi e alla società.

Anche quest’anno manca l’acqua, è vero:
laghi e bacini sotto il livello minimo,
fiumi e torrenti in secca,
avare piogge e cime prive di neve.

Succede da noi, succede nei vari continenti.
E quest’anno porta con se qualcosa di più in arsura,
qualcosa in meno di patrimonio verde,
qualcosa che si somma alla siccità di sempre.
Il sole batte impietoso,
l’aria mozza il respiro,
il fisico soffre e si ammala:
si chiede un difficile, impossibile aiuto.

I cosiddetti potenti della terra
hanno perduto il conto delle riunioni
consacrate alle conseguenze dei cambiamenti climatici.
Tant’è: nulla di fatto accade veramente.

Per contro, qualcuno si accinge a strappare i fili
annotati a fatica per un gomitolo che li unisca
e li renda utili alla tessitura…
da un oceano all’altro vige il dispetto.

Occorre dunque armare un esercito,
un vero esercito di buone intenzioni,
soldati e aerei che aggrediscano con forza
le cattive abitudini di vita che ci rendono schiavi,
la bramosia del consumo che avvelena le menti,
l’inarrestabile foga di sopraffare l’altro,
l’egoismo del possesso fine a se stesso,
e la rabbia – infine – che corre lungo le nostre vene
e che ci fa gridare contro gli altri,
nascondendo la nostra personale responsabilità.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.