#189 - 1 aprile 2017
AAAAAttenzione - Care amiche e cari amici lettori, dopo alcune difficoltà tecniche e qualche scontro con l'influenza, eccoci di nuovo con il primo numero del 2018 del giornale. Dunque, innanzi tutto un BUON ANNO a tutti, che sia veicolo di felicità, serenità, salute. Invitiamo tutti a seguirci e da parte nostra cercheremo di essere puntuali nelle uscite e capaci di proporvi notizie di vostro gradimento. grazie.
Cinema

Festival esclusivo dedicato alla scoperta del nuovo cinema d’Oltralpe

Napoli - Roma - Firenze - Palermo
Bologna - Torino - Milano

Festival Rendez-Vous

Nuovo Cinema Francese - VII edizione: 4 aprile / 7 maggio

di Federica Fasciolo

Rendez-Vous festeggia la settima edizione ampliando i confini del suo viaggio di esplorazione del nuovo cinema francese con più di 35 titoli, 6 focus, incontri speciali e anteprime, con film e ospiti che percorreranno l’Italia per più di un mese.

Festival Rendez-VousFestival Rendez-Vous

Festival Rendez-VousFestival Rendez-Vous

Commedie sofisticate, thriller, melodrammi, documentari, noir, per raccontare un cinema vitale e in movimento. Un’edizione eclettica, varia e sempre più libera nel dar ascolto alla contemporaneità, che avvicina opere sperimentali alle produzioni popolari.
Come un’istantanea del tempo presente, il festival fotografa il panorama di una cinematografia prolifica e ispirata che, nella varietà di voci e contenuti, conferma una forte identità riconoscibile e amata dal pubblico italiano e non solo.

Festival Rendez-VousFestival Rendez-Vous

Festival Rendez-VousFestival Rendez-Vous

Se la vitalità di un’industria si giudica dalla sua produzione, allora la Francia si trova in grande forma con più di 300 film prodotti e coprodotti nell’ultimo anno.
La cultura non è una questione di numeri certo, ma sono i numeri che garantiscono la pluralità, e quando nel computo della settima edizione del festival è la voce delle cineaste ad avere la meglio, soprattutto di questi tempi, è motivo di cui andare fieri.

Festival Rendez-VousFestival Rendez-Vous

Festival Rendez-VousFestival Rendez-Vous

La Francia si conferma il primo paese europeo per presenza di registe e il festival ne accoglie una importante rappresentanza.
Ad accomunare questa Nouvelle Vague di autrici è un forte tratto personale, la passione per una moderna ricerca estetico-formale, ma soprattutto la volontà – quasi politica – di partire da una dimensione intima per cercare risposte universali.

Festival Rendez-VousFestival Rendez-Vous

Festival Rendez-VousFestival Rendez-Vous

Non mancano i nomi più affermati del cinema d’Oltralpe, grandi autori che fanno del loro cinema un potente strumento di indagine, talvolta politica o sperimentale, per sbrogliare i nodi del reale e della contemporaneità.
Prediligono il cinema di genere i più giovani autori, che firmano opere prime e seconde originali e moderne, innovando con consapevolezza e coraggio gli stilemi del thriller, del polar e della commedia.
Un cinema dove tutto è possibile e nel quale temi come adolescenza, utopia, multimedialità, solitudine, amore, famiglia, maternità, assimilazione culturale, identità fluttuanti, passato e futuro diventano mezzi di conoscenza e riflessione.
Un “luogo sicuro” dove ad emergere è soprattutto una grande energia e un desiderio costante di reinventarsi il mondo.

Festival Rendez-VousFestival Rendez-Vous

Festival Rendez-VousFestival Rendez-Vous

Dagli scritti di Don Lorenzo Milani Priore di Barbiana tratte dall'Agenda Conoscenda 2018 (Leggere anche Articolo "Una lettera da Barbiana" - Io non ho Patria e reclamo il diritto di dividere il mondo in diseredati da un lato, privilegiati e oppressori dall'altro. Gli uni sono la mia Patria, gli altri i miei stranieri - Il mondo ingiusto l'hanno da raddrizzare i poveri e lo raddrizzeranno solo quando l'avranno giudicato e condannato com mente aperta e sveglia come la può avere solo un povero che è stato a scuola - Non posso dire ai miei ragazzi che l'unico modo d'amare la legge è l'obbedienza.Posso solo dir loro che essi dovranno tenere in tale onore le leggi degli uomini da osservare quando sono giuste... - La coerenza è un altissimo privilegio dell'uomo, ma a patto che l'uomo abbia quel minimo di cultura senza del quale Uomo non è -