#181 - 28 gennaio 2017
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 20 luglio, quando lascerà il posto al numero 223. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora per voi : AMICI ANIMALI - L'uomo è un animale addomesticato che per secoli ha comandato sugli altri animali con la frode, la violenza e la crudeltà (C. Chaplin) - Nella pacatezza dello sguardo degli animali parla ancora la saggezza della natura (A. Schopenhauer) - la crudeltà verso gli animali è tirocinio della crudeltà verso gli uomini (P.O.Nasone) - L'uomo ha grande discorso del quale la più parte è vano e falso, li animali l'hanno piccolo ma utile e vero (L. da Vinci) - Verrà il tempo in cui l'uomo non dovrà più uccidere permangiare ed anche l'uccisione di un solo animale sarà considerato un delitto (L. da Vinci) - Di tutti i crimini che l'uomo commette contro Dio e il Creato il più criminale è la vivisezione (Gandhi) -
Editoriale

La rabbia

di Dante Fasciolo

Vocabolario alla mano, la rabbia è indicata
come violenta irritazione, provocata da gravi contrarietà
e spesso esacerbata da un senso di impotenza…
e tutti noi ogni giorno proviamo
un immenso senso di impotenza
di fronte alle tante contrarietà che ci attanagliano.

Siamo per natura egoisticamente individualisti,
come popolo italico ci distinguiamo in questa prassi
e gli esempi di vita quotidiana lo sottolineano…
salvo poi riscattare la nostra remota umanità
con gesti di improvvisa e spontanea generosità,
anche se, per molti, palese pelosità

Tuttavia, la fotografia più autentica al momento
è quella di un popolo colmo di rabbia,
ahimè! per motivazioni giustificate
e per emozioni spesso disancorate dalla riflessione…
la testa si scalda e brucia subito, e i pensieri
entrano in vortici di fibrillazione.

Ci vorrebbe un calmante, una ragione che rassicuri,
non una medicina, ma una nuova parola, e invece…
ecco che si accendono su questa rabbia
i riflettori della politica, la stampa, la TV, il web
ampi contenitori capaci di inglobare, moltiplicare, canalizzare
tutta la rabbia individuale in rabbia collettiva.

Titoli indici di squalificato giornalismo,
asservito a beceri interessi di parte;
conduzioni di programmi affidati a persone
analfabete e procaci, tutto gambe e sorrisi,
gradevoli per foto patinate, ma insufficienti
e deleteri nel produrre informazione;
squallidi poltronisti, ex bellocce in disuso e professionisti falliti
pontificano soluzioni e fanno la morale;
e post rapidi e insignificanti tra un mi piace e un’invettiva
alimentano scorribande di veleno.

Gioiscono dietro le quinte i mestatori,
occulti o palesi moltiplicatori di rabbia;
fiorisce l’arte della mistificazione,
frenare, impedire il ragionamento…
generose pennellate di vernice nera imbrattano
il pensiero e la coscienza dei cittadini.

PROVERBI ROMANESCHI COMPRENSIBILI A TUTTI - Volemose bene che poco ce costa, che è er mejo modo pe' campà ! - Chi se china troppo fa vède er culo - Chi sparte c'ha a mejo parte - A lavorà la mano monca, a magnà e beve ganassa franca - Amore, rogna e tosse nun s'annisconneno - Magna bene, caca forte e non avé paura della morte - Lassaperde la serva, se poi arivà a la padrona - A sapè ffa 'a scena quarche cosa se ruspa - l gioventù ar casino, in vecchiaia Cristo e vino. -