#146 - 31 gennaio 2016
AAAATTENZIONE - CARA AMICI LETTORI, DA QUESTO NUMERO IL GIORNALE DIVENTA MENSILE. LE NUOVE USCITE SARAN- NO AL PRIMO GIORNO DI OGNI MESE. iL NUOVO NUMERO 353 SARA' IN RETE IL GIORNO 1 lUGLIO. BUONA LETTURA A TUTTI. Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo cos alto da giustificare metodi cos indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il pi piccolo degli animali una delle pi nobili virt che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuer a massacrare gli animali non conoscer ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo il pi crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Iniziative

Una iniziativa delle Associazioni ANPI, ANED, ANEI, ANPPIA, FIAP, IRSIFAR e Circolo G. BOSIO
e delle Biblioteche di Roma.

Casa della Memoria - Roma

Per non dimenticare

Libri - film - racconti - conferenze - musica

Il 27 gennaio 1945, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, il mondo e la storia conobbero questo abisso della civiltà, lo sterminio del popolo ebraico, dei Sinti e Rom, degli omosessuali, dei Testimoni di Geova e l’eliminazione dei deportati militari e politici nei campi nazisti.

Per non dimenticarePer non dimenticare

La Casa della Memoria di Roma, in occasione della giornata dedicata al ricordo ha in programma una serie di attività che si articolano in proiezioni di film, documentari, testimonianze, conferenze, letture e presentazioni di libri e una mostra con il prezioso e significativo apporto delle Associazioni residenti (ANPI, ANED, ANEI, ANPPIA, FIAP, IRSIFAR e Circolo G. BOSIO) e delle Biblioteche di Roma.

Per non dimenticarePer non dimenticare

Dopo la presentazione dell’ebook “La quarantena”, riedizione digitale del volume scritto nel 1971 da Giovanni Melodia, grande testimone del lager di Dachau, cui è seguita l’inaugurazione dell’installazione “Bloc - Notes, mon semblable, mon frére” di Corrado de Grazia, saggio visivo intorno ad alcuni aspetti del pensiero di Walter Benjamin ( esposta fino al 26 febbraio), il programma prosegue:

Per non dimenticarePer non dimenticare

  • Lunedì 25 gennaio è il film “Storia di una ladra di libri” a raccontare la Germania nazista e la sua tragica parabola attraverso una storia personale e quasi intima con grande efficacia comunicativa.
  • martedì 26 gennaio, due appuntamenti. In mattinata, la proiezione del docu-film “L’isola delle rose. La tragedia di un paradiso”, che ricostruisce la vita dell’antica comunità ebraica di Rodi, a partire dagli inizi della occupazione italiana nel 1912 fino alla deportazione e all’annientamento ad Auschwitz nel luglio del 1944. Nel pomeriggio, spazio dedicato alla poesia con “La memoria la poesia”: poeti e scrittori per la Settimana della Memoria. Dedicano e leggono un proprio brano: Fulvio Abbate, Luca Archibugi, Tomaso Binga/Bianca Menna, Maria Grazia Calandrone, Marco Caporali, Elisa Davoglio, Roberto Deidier, Marco Giovenale, Carla Guidi, Jolanda Insana, Valerio Magrelli, Dacia Maraini, Marco Palladini, Elio Pecora, Cetta Petrollo Pagliarani, Roberto Piperno, Filippo Senatore, Marcia Theophilo, Sara Ventroni, Michele Zaffarano. Partecipa il M° Marco Lo Russo aka Rouge che esegue alla fisarmonica composizioni originali in stile Klezmer, brani della tradizione ebraica rivisitati e celebri colonne sonore di film incentrati sulla Memoria.
  • Mercoledì 27 gennaio presentazione del libro e del video “Guida di Hammerstein” dell’ex internato militare Franco Quattrocchi, iniziativa rivolta agli studenti che affronta il tema della deportazione dei soldati italiani nei campi nazisti in Germania e del loro difficile ritorno in Italia. Nel pomeriggio, è in programma un contributo da parte di tutte le Associazioni residenti alla Casa della Memoria e della Storia sugli ultimi giorni di Auschwitz, con lettere, racconti e proiezioni sul tema.
  • Giovedì 28 gennaio presentazione del documentario e del volume “Memorie in Comune”, un progetto che prende le mosse dalla targa apposta in Campidoglio in ricordo dei 54 dipendenti comunali ebrei licenziati e deportati a causa delle leggi razziali del 1938. Nel pomeriggio, presentazione del libro di Maria EisensteinL’internata numero 6", la storia di Maria Eisenstein che, nata a Vienna da una famiglia ebraica di origini polacche e in Italia per ragioni di studio, viene internata nel campo di concentramento di Lanciano in seguito alla legislazione antiebraica italiana.
  • Venerdì 29 gennaio gli studenti universitari della Facoltà di Storia de “La Sapienza” incontrano quelli della scuola secondaria di secondo grado e, nel pomeriggio, viene proiettato alla presenza dell’autore Rudi Assuntino il filmato dello spettacolo “Tre figliole”, ispirato alla vita e all’opera di Mordechaj Gebirtig, ultimo e grandissimo autore della canzone yiddish.
  • La programmazione si conclude lunedì 1 febbraio con la conferenza della professoressa Eshter Finz Menascé, accompagnata da proiezione di diapositive, sul volume “Buio nell'isola del sole: Rodi, 1943-45. La tragedia dei militari italiani e l'annientamento degli ebrei”, che illustra la tragedia della deportazione dei militari italiani di stanza a Rodi e della deportazione e dello sterminio della comunità ebraica da parte dei tedeschi.

Per non dimenticarePer non dimenticare

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessit di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidariet tra singoli e le comunit, a tutte le attualit... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicit e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libert di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.