#139 - 9 novembre 2015
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 26 ottobre, quando lascerà il posto al numero 229. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po' di proverbi romaneschi: -Li mejo bocconi sò der coco - Fà del bene all'asini che ce ricevi i carci in panza - Ci va a dormi col culo che je rode, se sveja cor dito che je puzza - A l'omo de poco faje accenne er foco - Più la capoccia è vòta , più la lingua s'allunga - Acqua passatas non macina più - Daje eddaje pure li piccioni se fanno quaie - Li sordi so' come li dolori, chi cellà se li tiene - Fidate del ricco impoverito, non te fidà del povero arricchito ---
Trekking

In Umbria il Cammino dei Protomartiri Francescani

Zaino in spalla

100 chilometri tra fede, storia e natura

Il Giubileo straordinario della Misericordia che si aprirà l'8 dicembre prossimo sarà una grande opportunità per riscoprire la propria spiritualità e aprirsi al divino attraverso il pellegrinaggio nei molti luoghi religiosi che l'Italia ha da offrire. E in questo senso, l'Umbria è, dopo Roma, probabilmente il territorio in cui più il turismo può mettersi al servizio della fede.

Zaino in spallaZaino in spalla

Per questo, la Compagnia dei Romei, Regione Umbria, Sviluppumbria e Provincia di Terni hanno realizzato il Cammino dei Protomartiri Francescani. Un percorso di 100 chilometri tra le città e i borghi di Terni, Stroncone, Calvi dell'Umbria, Narni, San Gemini e Cesi, che toccherà i luoghi natali dei Santi protomartiri (Accursio, Adiuto, Berardo, Ottone e Pietro, partiti nel 1220 su invito di San Francesco per il Marocco e uccisi durante la loro opera di evangelizzazione) e si snoderà lungo il territorio dove San Francesco d'Assisi svolse la propria opera di predicazione.

Zaino in spallaZaino in spalla

Il Cammino – spiega Alessandro Corsi, Priore della Compagnia dei Romei di San Michele Arcangelo - è strutturato in sei tappe. È possibile, però, modularlo a piacimento del pellegrino. La mappa, che abbiamo deciso di stampare su carta Pefc che garantisce l’origine della materia prima da foreste gestite in modo sostenibile, accompagna il camminatore nei luoghi francescani, fornendo la descrizione turistica del percorso, le distanze, le ore di cammino e le indicazioni sui principali luoghi da visitare”.

Zaino in spallaZaino in spalla

Ad accompagnare i visitatori, laici o credenti, sono alcuni dei più suggestivi scorci che l'Umbria sa offrire. “Con il passo lento del pellegrino – spiega Mauro Agostini, direttore generale Sviluppumbria, l'agenzia regionale per lo Sviluppo – si scoprono imponenti abbazie e l'antico passato che si conserva nei tanti musei, gallerie d'arte, palazzi e piazze che adornano ciascun centro storico. Sulle mappe sono riportati i principali luoghi da visitare, ma lungo il cammino si può trovare molto di più. Il cammino a piedi in Umbria diventa un modo slow per conoscere la gente, i luoghi e le testimonianze artistiche che hanno rappresentato la stessa linfa vitale del Poverello d’Assisi e dei Santi Protomartiri”.

Zaino in spallaZaino in spalla

A guidare i pellegrini, una fitta rete segnaletica, in legno, metallo e ceramica, su alberi, sentieri, palazzi dei centri storici ed edifici adibiti all'accoglienza. I visitatori potranno scegliere tra un'ampia selezione di strutture e alloggi: agriturismi, alberghi, B&B, affittacamere. E accanto ad essi verrà sviluppata l'accoglienza “povera” dei pellegrini muniti di regolare credenziale, grazie a strutture e locali messi a disposizione da istituzioni, enti pubblici, privati e religiosi. Uno sforzo importante per arricchire l'offerta del turismo religioso umbro con un altro suggestivo tassello.

Zaino in spallaZaino in spalla

La prima camminata che che ha inaugurato ufficialmente il percorso è avvenuta il 18 ottobre: con partenza dalla Chiesa di Santa Pudenziana nelle vicinanze di Narni.

Zaino in spallaZaino in spalla

Per maggiori informazioni sui luoghi da visitare e sulle attività lungo il cammino si possono consultare i siti

       www.umbriatourism.it    e    www.camminoprotomartiri.it.   
       mv.greenpress@gmail.com
ANIMALIA - Se raccogliete un cane affamato e lo nutrite non vi morderà: Ecco la differenza tra l'uomo e il cane (M. Twain) - Chi ha creato i gatti si poteva permettere di sbagliare tutto il resto (M. Migliaccio) - I gatti sono tutti quanti liberi professionisti (Sy Fisher) - Quando un uomo uccide una tigre, lo chiamano sport, quando viene ucciso dalla tigre la chiama ferocia (G.B.Shaw) - Coloro che uccidono gli animali per mangiarne le carni saranno più inclini dei vegetariani a massacrare i propri simili (Pitagora) - Ciò che distingue il genere umano dal regno animale è che in quest'ultimo è sconosciuta la malvagità fine a se stessa (A. Morandotti) - Dobbiamo svuotare le gsbbkie, non renderle più grandi (T. Regan) - L'intelligenza è negata agli animali solo da coloro che ne possiedono assai poca (A. Shopenhauer) -----