#127 - 27 aprile 2015
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 3 agosto, quando lascerà il posto al numero 224. BUONA LETTURA A TUTTI - ORA, PER VOI AMANTI DEGLI ANIMALI : E' una gran vergogna spargere il sangue e divorare le belle membra di animai ai quali è stata tolta violentemente la vita (Empedocle) - La caccia, se non è per la sopravvivenza, è una forma di guerra (J. W. von Goethe) - L'uomo si differenzia dagli animali perchè è assassino ( E. Fromm) - Torturare un toro per il piacere, per divertimento, è molto più che torturare un animale, è torturare una coscienza ( V. Hugo) - Un gatto non dormirebbe mai sopra un livbro mediocre (H. Weiss) - Il cane è la virtù che, non pogtendo farsi uomo, s'è fatta bestia (V. Hugo) - Se raccoglierete un cane affamato e lo nutrirete non vi morderà, ecco la differenza tra l'uomo e il cane (M. Twain) -
Humour

Cronache cittadine

Amerigo - storie da utopia

Il delitto di laura palmerini

78esima puntata

di Alessandro Gentili

Il delitto di laura palmeriniIl delitto di laura palmerini

Il 15 aprile 1990 moriva Greta Garbo. Nel 1941.
Greta Garbo abbandonava le scene a soli 36 anni dopo il flop del suo ultimo film e dopo una vita breve e intensa tra riflettori e gossip di cui era infastidita. Poi ha vissuta da sola coi suoi amati Renoir nel suo appartamento a New York.
Stessa cosa fece, più o meno, la scrittrice Djuna Barnes. Adesso c'è qui una tipa, Ameriga Del Sollevante, nativa, manco a dirlo, di Amerigo, che ha deciso di abbandonare pure lei la notorietà e ritirarsi in un maso sperduto dietro i Monti della Val Puzzeria che circondano Amerigo. Non vuol sapere più niente di niente e di nessuno. Stanca di Equitalia, delle tasse, della tivvù spazzatura, del campionato di calcio, di San Remo e dei salotti televisivi, stanca delle lunghe attese al CUP, al CAF e compagnia bella: insomma tutto il caravanserraglio della società di massa del corrente anno, Ameriga ha chiuso baracca e burattini e presto lascerà quel di Amerigo per quel del Maso Solitario (così il nome della località dove andrà ad abitare).

Il delitto di laura palmeriniIl delitto di laura palmerini

Peccato che baracca e burattini significhino per Ameriga un copioso contenzioso con parenti (eredità contese), soci di lavoro (un crac pauroso di un negozio di sifoni per stalle da allevamento), pratiche da evadere (dal commercialista), con il Comune (era consigliere addetto al traffico nelle giornate di festa: multe e altri affarucci niente male), con la Chiesa (si era separata senza il consenso del marito e della suocera, il Parroco aveva dei dubbi e perfino la madre aveva brontolato su questa separazione: il marito è Ginuccio LoPresti, un tipo in gamba, gran lavoratore, uomo di poche parole, molto fedele alla Patria e all'Inno Nazionale che sente ogni sera prima di addormentarsi. Ciampi, che aveva saputo, gli inviò pure un fax di congratulazioni).

Il delitto di laura palmeriniIl delitto di laura palmerini

Ma Ameriga non vuol sentire ragioni. Adesso va in giro come si diceva andasse vestita la Garbo: occhiali scuri e un lungo cappotto fino ai piedi, aria misteriosa e un passo marziale che gatti e cani randagi apprezzano molto.
Per le elezioni? Tornerà a votare? A Roma sono preoccupati: la minoranza Dem ha chiesto un'interpellanza, ma i tempi sono stretti: l'Italicum è un diretto precipitoso. Di Battista applaude, Meloni ha promesso una gita ad Amerigo, mentre tutta la Lega incita alla rivolta elettorale.
Per finire: la Sciarelli ha minacciato di andare a scovare Ameriga anche se nessuno denuncia la sua scomparsa...
Ameriga avrebbe fatto felice Flaiano e Longanesi (per tacer di Majorana e Federico Caffè, grandi scomparsi).

PROVERBI ROMANESCHI - Rigalà èmmorto, Donato sta ppe' morì, Tranquillo se lo so n'groppato e Pazienza sta ar gabbio - La farfalla tanto gira al lume finchè s'abbrucia l'ale - Er gobbo vede la gobba dell'antri gobbi ma nun riesce a trovasse la sua - Oro e argento in core, mànneno a spasso fede, speranza e amore - Cent'anni de pianti nun pagheno un sordo de debiti - Qanno te sveji cò quattro palle, er nemico è alle spalle - Non sputà in cèlo che te ricasca 'n bocca! - Mejo puzzà de vino che d'acqua santa -