#3456 - 3 febbraio 2024
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del giorno di venerdi 31 maggio quando lascerà  il posto al numero 352 - BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Attualità

Linguaggio politichese
e assenza di proposte

Svuotano le urne

di Amanzio Possenti

Il clima preelettorale europeo sta divorando la politica che in previsione della prossima consultazione si...arrampica sui vetri per inventare polemiche su tutto, sufficienti a scatenare scontri verbali tra le opposizioni che additano gravi errori di impostazioni e di scelte e la maggioranza che tira dritto respingendo come strumentali le accuse.

Svuotano le urne

Non è un’atmosfera idonea ad affrontare i non pochi ed urgenti problemi (la povertà sociale che cresce, la questione delle liste d’attesa negli ospedali, il tema delle bollette in pesante incremento e via dicendo) , poiché le polemiche sistematiche diventano sempre più motivo di disaffezione alla politica.

Stando ai sondaggi si rileva che va continuamente aumentando il numero di quanti ’non si occupano della politica’, che con preoccupante probabilità prevedono di astenersi dal voto; è problema grave al quale i partiti, presi dalla conflittualità permanente, non prestano la necessaria sensibilizzazione.
Il fatto non può passare inosservato in una democrazia fondata sulla sovranità del popolo che va alle urne per esprimersi su temi e scelte riguardanti l’intera collettività.

Nuoce assai anche l’incomprensibile linguaggio politichese che rischia di cancellare il bisogno di una espressione verbale chiara, semplice, priva di contorsioni lessicali, capace di farsi intendere da tutti non solo dagli ’addetti ai lavori’.
Le chiacchiere a senso unico non portano vantaggi alla gente comune che si distacca ulteriormente dalla politica parolaia.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.