#342 - 16 dicembre 2023
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del giorno di venerdi 31 maggio quando lascerà  il posto al numero 352 - BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Pagine Preziose

Alla Scala

Un libro ricco ed inedito sul Teatro alla Scala, nel quale l’autore, Gian Luca Tirlon, pittore e scenografo trevigliese, già allievo di un celebre scenografo Nicola Benois, affronta storia e ruolo del più rinomato teatro lirico, raccogliendone documentazioni e affondando lo sguardo sui personaggi che ne anno condiviso la fama.

Tirloni, legato a doppio filo culturalmente e scenograficamente alla Scala, racconta 250 anni di spettacoli, dando spazio a personaggi indimenticabili, dai direttori d’orchestra ai cantanti all’intero entourage tecnico-operativo-canoro.
Due su tutti i protagonisti, ricorda Tirloni nel suo omaggio letterario-cronachistico: Nicola Benois appunto, il grande pittore e scenografo che è stato pe molti anni il mirabile direttore degli allestimenti alla Scala e Herbert Von Karajaan, il geniale direttore d’orchestra che alla Scala ha donato il meglio del proprio sapere nel dirigere con arte sopraffina.

Alla Scala

Nel volume di Tirloni trovano spazio ampio altri personaggi di indiscusso pregio, dall’ingegnere Franco Malgrande, direttore dell’allestimento scenico alla Scala dal 1994 ad oggi, alla preziosa teoria dei molti artefici della Bellezza (da Callas a Zeffirelli tramandata nel tempo, personaggi noti e meno noti, riportati al pubblico interesse da una rivisitazione storico-documentale accurata.

La vita della Scala - presentazione del libro a cura del Comune di Caravaggio e dell’ Ucid Treviglio - prende forma e si propone all’interesse del lettore, sia quello musicalmente provveduto sia quello disinformato. Questa la ragione del bel volume-almanacco di Gian Luca Tirloni : ’Teatro alla Scala - Da Piermarini alla nuova Scala - Le magie de palcoscenico nel tempio delle meraviglie’ (L’Onda-Editoriale Delfino srl 2023), dove la singolarità della Scala - ritmata e sostenuta da immagini, da interviste e da dipinti dello stesso Tirloni su storici personaggi, a cominciare da Giuseppe Verdi - si accompagna alla enucleazione di eventi, di memorie, di allestimenti, di perfezioni tecniche, di sorprese, di modalità esecutive, di sensibilità canore,di emozioni e di applausi, di scenari originali, di spazi di libertà musicale.
(Amanzio Possenti)

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.