#333 - 24 giugno 2023
AAA ATTENZIONE - Questo numero rimarrà in rete fino alla mezzanotte del 1° marzo, quando lascerà il posto al numero 347. Ora MOTTI per TUTTI : - Finchè ti morde un lupo, pazienza; quel che secca è quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport è l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte è costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista è colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Fumetto

Giuseppe Pignata

1688: Condannato per eresia

di Magnus e Tisselli - NPE editore

Nel 1688 Giuseppe Pignata, segretario al servizio dei cardinali della corte romana, viene condannato per eresia dall’Inquisizione.
Un’ingiustizia contro la quale, dopo un’iniziale resa, decide di ribellarsi.

Dopo ventidue lunghi mesi di solitudine, sofferenza e sapienti piani, Pignata riesce ingegnosamente a darsi alla fuga.

Giuseppe PignataGiuseppe Pignata

La cronaca della sua prigionia, delle strategie messe in atto per evadere e delle traversie successive, viene dettata dallo stesso protagonista una volta tornato in libertà. Una storia vera e avvincente, nonché una preziosa testimonianza storica, che rivive nella trasposizione a firma di due maestri del fumetto: Magnus alla sceneggiatura e Sergio Tisselli ai disegni.

Comparsa originariamente a puntate tra il 1993 e il 1995 sulla rivista «Nova Express», pubblicata da Granata Press, Le avventure di Giuseppe Pignata si ispira all’omonimo racconto che ha in qualche modo anticipato il genere del romanzo-memoria.
Una storia realmente accaduta, narrata in prima persona da cui che l’ha vissuta. Magnus, tra i più grandi autori di fumetto, partì da questo testo per elaborare il suo personale adattamento, coinvolgendo per la parte visiva il suo collega – e poi amico – Sergio Tisselli. Un lavoro che ha visto i due artisti in perfetta sinergia, in un confronto aperto sulle soluzioni e sui metodi da adottare, per una riuscita impeccabile del fumetto.

Giuseppe PignataGiuseppe Pignata

La tecnica utilizzata per le tavole è davvero insolita: su proposta di Magnus, Tisselli ha disegnato su diversi tipi di materiali e di carta, dedicando una meticolosa attenzione ad ogni singola vignetta. Una scelta dettata anche dal continuo cambiamento di situazioni e dello stesso personaggio presente nella storia, per cui ogni vignetta è un quadro a sé.
Le singole vignette sono state poi giustapposte da Magnus, in un montaggio che ha composto ciascuna tavola finale. Un grande lavoro di precisione e di bellezza, che è possibile ammirare in questa nuova edizione cartonata: quindici avventurosi capitoli sulla rocambolesca vicenda di Giuseppe Pignata.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato.