#318 - 19 novembre 2022
AAA ATTENZIONE - Questo numero rimarrà in rete fino alla mezzanotte del 1° marzo, quando lascerà il posto al numero 347. Ora MOTTI per TUTTI : - Finchè ti morde un lupo, pazienza; quel che secca è quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport è l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte è costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista è colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Costume e Società

Incontro verso scontro

Confronto vis-à-vis

Dialogo

di Amanzio Possenti

Dialogo

Se il dialogo è indispensabile in ogni contingenza, da quella culturale alla socio-poiltica passando tra le persone che ci vivono accanto o nelle vicinanze, diventa incomprensibile l’atteggiamento di scontro che caratterizza negativamente questo tempo. Raramente si cerca il confronto, preferendosi il duro vis-à- vis, quando non la lingua in libertà.

Mentre ci si lamenta delle difficoltà che scaturiscono da un clima umano dove spesso non avviene incontro, frutto del desiderio di stare insieme in pace e in armonia, si grida altrettanto facilmente al disagio che accompagna le giornate fatte di troppi e deliberati ‘no’ al prossimo. Nondimeno non si pratica la strada dell’apprezzarsi reciproco, imparando a rispettarsi e a non dare giudizi trancianti e pesanti allo scopo di far prevalere il proprio ‘Io’.

Dialogo

Non che si debba dire sempre sì, sarebbe stolto e limitativo; tuttavia se la scelta aprioristica contraria, portatrice di affanni e sofferenze, pesa su chi ne è destinatario, si fa onerosa anche per chi agisce tramite comportamenti pregiudiziali.
Se nell’ arengo politico lo scontro è purtroppo abituale e strumentale e ne osserviamo le insopportabili conseguenze, sarebbe cosa buona evitarne la tipologia nella quotidianità dei rapporti sociali.
Per riuscirci è essenziale guardarsi negli occhi, riconoscersi fratelli, capire che l’amore, il rispetto, la partecipazione, l’umiltà segnano umanità e norma del cristiano.
Il dialogo tornerebbe protagonista, restituendo il sereno ad un mondo inquieto e insofferente.

Dialogo

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato.