#316 - 15 ottobre 2022
AAA ATTENZIONE - Questo numero rimarrà in rete fino alla mezzanotte del 1° marzo, quando lascerà il posto al numero 347. Ora MOTTI per TUTTI : - Finchè ti morde un lupo, pazienza; quel che secca è quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport è l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte è costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista è colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Costume e Società

Da Francesco d'Assisi a Tommaso Moro

Musi lunghi

Ce lo ricorda ancora una volta Papa Francesco

di Amanzio Possenti

Anni addietro si diceva a proposito dei "cristiani da sagresti" che fossero dei ...’musi lunghi’, incapaci di ridere o sorridere poichè facevano coincidere la testimonianza di fede con un comportamento grigio e severo.

Musi lunghiMusi lunghi

Dei musi lunghi ha parlato espressamente al convegno Santità oggi papa Francesco con un intervento che ha coinvolto i partecipanti: ‘Non si diventa santi con il muso lungo, ci vuole un cuore gioioso e aperto alla speranza.

Dunque mai ’muso lungo’, bensì decisione di affrontare la vita con animo di letizia, sorridendo, come fecero i beati Papa Luciani e Carlo Acutis, non dimenticando, nella ‘paradossalità evangelica’, San Francesco d’Assisi.

Musi lunghiMusi lunghi

Siccome Francesco insegna e testimonia con stile del buon padre e dell’amico che conosce la realtà terrena e spesso si fa accompagnare dalla sensibilità dell’umorismo, accattivando e coinvolgendo secondo lo slancio di affetti umani che arricchiscono, non stupisce che abbia ricordato a proposito della santità - "affrontare tutto con la grazia e l’audacia che provengono da Dio" - la ’preghiera del buonumore’ scritta secoli addietro da san Tommaso Moro: è una preghiera che Francesco dice di recitare da 40 anni, e che così inizia: "Signore, donami una buona digestione ed anche qualcosa da digerire ...".

Musi lunghiMusi lunghi

In definitiva ecco l’invito ai nostri (insopportabili e tormentati) "musi lunghi": sostituiamoli con la bellezza del “cuore aperto” affinchè la Santità sia segno di speranza e di gioia di vivere sulla strada di Gesù.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato.