#316 - 15 ottobre 2022
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 17 febbraio, quando lascerà  il posto al numero 324. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti (Papa Francesco) Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo (Alberto degli Entusiasti) Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità, vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Cultura e Società

Nel mentre si avvia la nuova legislatura

Rigenerarsi

di Amanzio Possenti

Tutti dobbiamo rigenerarci, nessuno escluso. Ma dipende dal come, non basta proclamare - pur se qualificante come avvio - questa necessità, occorre dare seguito alla scelta, al fine di evitare che si tratti solo di un (buono) proposito o di una (lodevole) intenzione.

Rigenerarsi

La politica vorrebbe rigenerarsi ma cozza contro usanze immodificabili e rinvia sistematicamente ogni (urgente) decisione, dimostrando la non volontà di perseguire l’obiettivo; le amministrazioni pubbliche affermano di voler combattere la (ottusa) burocrazia, ma nel frattempo la circondano di mille laccioli imprigionanti; le aziende private non possono fare altrimenti pena il risucchio in imbuti che le frenano, poiché alla fine devono passare dalle forche caudine di provvedimenti blocca-tutto; le famiglie vorrebbero concorrere meglio ai bisogni della società ma incontrano ostacoli quando prevedono di collocarsi da protagoniste in un mondo che spesso le allontana e le rende inattive per esempio nelle richieste di idonee politiche di aiuto concreto.

Rigenerarsi

Il problema del rigenerarsi implica scelte di nuove vie: della solidarietà in primo luogo ( non accettando criteri che guardano solo a se stessi e al profitto), della generosità (che si impegna verso tutti non solo ad una parte gradita), del rispetto (che sia l’ onda operativa che accoglie nel nome di una fratellanza comune e costruttiva), del donare anziché solo del chiedere ( mirando al bene altrui e imparando a sacrificarsi senza continuamente protestare), della ricerca dei valori anziché delle personali autogratificazioni.
Rigenerarsi per servire non per perpetuare la condizione, spesso utilitaristica e poco cristiana, di essere serviti.
Amanzio Possenti

Rigenerarsi

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.