#313 - 3 settembre 2022
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 17 febbraio, quando lascerà  il posto al numero 324. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti (Papa Francesco) Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo (Alberto degli Entusiasti) Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità, vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Arte

"Gruppo Fara": pittori e poeti protagonisti
sulla scena-mostra al Principato di Monaco

Principato di Monaco fino al 23 settembre

Sogni in colore

di Amanzio Possenti

Undici fra pittori e poeti aderenti al Gruppo Fara-Stabile di Poesia di Bergamo, 49 anni di attività - che ebbe quale animatore e sostenitore l’indimenticabile presidente Pasquale Emanuele - stanno esponendo in una mostra nel Principato di Monaco, ognuno con propria visibilità all’insegna della cultura artistica e poetica.

Lo fanno - sotto la guida del nuovo presidente Giacinto Formentini - in ossequio alla storica tradizione del Gruppo che ogni anno è solito promuovere una mostra specifica rivolta all’attualità: per il 2022 il Gruppo Fara- del quale fanno parte artisti trevigliesi e caravaggini - ha proposto, e sta appunto proponendo, nel Principato di Monaco- grazie alla collaborazione-gemellaggio con il gruppo artistico A.I.A.P. del Principato - una iniziativa dal titolo ’Sogni in Colore’, tema recepito da quei colleghi e che sta incontrando pieno successo di critica e di pubblico.

Sogni in coloreSogni in colore

La situazione della mostra è pertanto la seguente. Venti artisti monegaschi stanno esponendo al piano terra della ’Galerie des Pècheurs’,al Palais Musèe, sull’Avenue de la Quarantaine, gli undici artisti del Gruppo bergamasco sono presenti invece al piano superiore; la caratteristica consiste nel fatto che ciascuno espone due opere tra dipinti e poesie.
Gli autori bergamaschi sono i pittori-scultori Giacinto Formentini, Pino Viscusi, Pietro Garofalo, Francesco Tresoldi, Tuula Hirvonene, Roberto Pallanca, mentre i poeti sono Valeria Abba, Enza Capocchiani, Teresa Capezzuto, Giuseppa Misia e Mario Rondi.

Sogni in coloreSogni in colore

Si tratta di una partecipazione importante e qualificata, questa degli artisti made in Bergamo, poiché la loro esposizione è il preludio ai festeggiamenti per il 50esimo della nascita del Gruppo Fara che culminerà nel febbraio 2023 con la mostra ’Cacciatori di Segni’ e la presentazione del libro ’Cinquant’anni di Storia del Gruppo Fara-Stabile di Poesia’, scritto da Pino Viscusi con la introduzione di Sandra Nava, una esperienza di alto profilo culturale che continua ad onorare la città e la provincia di Bergamo.

Sogni in colore

Intanto è da segnalare la perdita della storica sede di via San Francesco, per cui ora il Gruppo è ospitato nello studio del socio architetto Pino Viscusi con tutto il materiale d’archivio.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.