#311 - 16 luglio 2022
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 2 dicembre quando lascerà  il posto al numero 319. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti (Papa Francesco) Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo (Alberto degli Entusiasti) Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità, vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Pagine Preziose

La via infinita

Flora Amelia Suárez Cárdenas - Tabula fasi

Dieci racconti.
Un viaggio in dieci tappe nel quotidiano, senza che lo sguardo si incupisca mai.
I racconti sono una "casa grande" aperta a tutti; c'è una finestra che si apre e si chiude, da cui si osserva il mistero delle cose normali con sguardo benevolo; lo sguardo comprensivo di chi la vita la conosce e nonostante le sue sfaccettature più tetre, la ama e la vede risplendere.
Improvvisamente nei giorni come tanti qualcosa avviene, se si è pronti a coglierla: un'anziana si avvicina, chiede aiuto per comprare da mangiare, lo fa con una dignità che sorprende come un piccolo miracolo; una madre nasconde il suo doloroso segreto non salutando più le persone che incontra; un premio fatto da un libro di cristallo e una penna d'argento; la zia Graziella che riconquista l'indipendenza dimenticata. E il viaggio, quello a ritroso verso le origini e quello della vita indissolubilmente legata al Tempo.

Flora Amelia Suárez Cárdenas, è nata in Venezuela, vive in Italia da oltre trenta anni. È sposata e madre di due figli. Coltiva una speciale predilezione per la scrittura, la pittura e la fotografia. La passione per la scrittura inizia in giovane età, visto che è cresciuta circondata dalla collezione di opere letterarie della mamma, che le ha fatto scoprire il mondo fantastico della lettura. Nell’era della tecnologia, la matita è la sua migliore alleata.

Nel 2011 ha esordito con la silloge di poesie Poesìas (Edizioni Tabula fati); nel 2014 ha pubblicato una raccolta di racconti, Naturalmente... l’Aurora e nel 2017 la silloge poetica La imagen es poesía/L’Immagine è poesia, sempre con la stessa casa editrice e tutte le opere sono pubblicate in spagnolo con traduzione in italiano. Per tali pubblicazioni ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti e le stesse, oltre che in Italia, sono state presentate anche in Venezuela, Stati Uniti, Canada e Spagna.
Dal settembre 2018 la sua poesia “Movimenti d’autore” è esposta in permanenza al Haegeumgang Museum in Corea del Sud. Nel marzo 2019 ha partecipato all’evento International Art Media di New York, con la sua poesia “Rinascere”, e nello stesso mese ha partecipato all’evento International Women Art Exhibition in Dubai con la poesia “Io credo in te donna”. Tutte queste poesie sono state tradotte in inglese.

Due suoi racconti sono stati pubblicati in antologie: “L’equilibrio nella vita” in I diari della bicicletta (Tabula fati, 2018), e “Il respiro del male” in L’Ammidia. Storie di streghe d’Abruzzo (Tabula fati, 2019).
Nel 2015 è stata premiata a Pescara con L’Arcolaio d’Argento. Premio Donne d’Abruzzo, dall’Associazione Ambasciatori della Fame. Nel 2017 a Urbino gli è stato attribuito il Premio alla carriera per la diffusione della cultura in Italia e nel mondo, dall’Associazione Culturale l’Incontro degli Artisti.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.