#307 - 21 maggio 2022
AAAATTENZIONE - CARA AMICI LETTORI, DA QUESTO NUMERO IL GIORNALE DIVENTA MENSILE. LE NUOVE USCITE SARAN- NO AL PRIMO GIORNO DI OGNI MESE. iL NUOVO NUMERO 353 SARA' IN RETE IL GIORNO 1° lUGLIO. BUONA LETTURA A TUTTI. Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà  a massacrare gli animali non conoscerà  ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Festival

Dal 27 al 29 maggio torna il festival di giornalismo per bambine e bambini

Reggio Emilia

Internazionale Kids

Spazio ai fumetti

Internazionale Kids

Il mondo del fumetto sbarca a Reggio Emilia con il ritorno di Internazionale Kids, il festival di giornalismo per bambine e bambini che animerà il capoluogo emiliano con tre giornate di eventi sui grandi temi dell’attualità e dell’informazione. Diversi gli appuntamenti dedicati al mondo del fumetto e ai suoi protagonisti, alle sue storie e al suo modo unico di raccontare il mondo.
Al centro di questa nuova edizione l’interpretazione di una realtà sempre più intricata. La capacità propria del fumetto di far dialogare parole e immagini si dimostra una risorsa straordinaria che attraversa e unisce le generazioni: quale modo migliore per riflettere su cosa sta accadendo nel mondo e per scoprire nuovi aspetti della realtà, dalle sue possibilità più entusiasmanti agli argomenti più difficili da affrontare?

Gli appuntamenti
Ridi che è meglio, l’appuntamento con la star delle vignette umoristiche Pera Toons all’insegna delle risate a crepapelle tra battute e giochi di parole, è previsto per sabato alle ore 12 (Chiostro grande). Per districarsi tra le notizie è sempre più importante capire come riconoscere quelle false: in Chi ha rubato la marmellata? il fumettista Maicol&Mirco e Ilaria Rodella, fondatrice dei Ludosofici, spiegheranno come fare, sabato 28 maggio alle ore 16 (Chiostri, lab aperto). Saranno al festival anche Susanna Mattiangeli e Rita Petruccioli, che racconteranno le storie e i personaggi di Case rosse, il fumetto a puntate pubblicato ogni mese su Internazionale Kids (sabato ore 18, Chiostro grande).
Sabato 28 maggio l’illustratrice Cristina Portolano porterà dal vivo la sua rubrica di Internazionale Kids Un momento imbarazzante, per disegnare insieme e senza vergogna le proprie peggiori - e più buffe - figuracce (ore 17:30, Chiostri lab aperto). Infine, la sceneggiatrice Silvia Vecchini e l’illustratore Sualzo con Le parole possono tutto, per conoscerci meglio attraverso il fumetto (domenica ore 15, Chiostro piccolo).

Internazionale Kids

Il festival
Dopo il grande successo dello scorso anno, con settemila presenze e tutti gli eventi al completo, il festival del giornale che ogni mese porta in Italia il meglio della stampa internazionale per lettrici e lettori tra i 7 e i 13 anni si svolgerà a Reggio Emilia tra i Chiostri di San Pietro e i Musei civici. Un programma per un weekend ricco di incontri e laboratori pensati per coinvolgere e formare un pubblico giovane e curioso: 40 incontri, tra mini-conferenze, presentazioni di libri e proiezioni, e 10 laboratori durante i quali saranno affrontati i temi centrali per una cittadinanza responsabile e consapevole, con un focus sul racconto della realtà, della sua importanza ma anche delle insidie che spesso nasconde.

“Siamo molto felici di tornare a Reggio Emilia per incontrare lettrici e lettori. Ma soprattutto di offrirgli un grande spazio all’aperto per conoscersi, divertirsi e discutere degli argomenti che gli stanno più a cuore”, dice Martina Recchiuti, caporedattrice di Internazionale Kids.
“Quando due anni fa ci siamo incontrati con la redazione di Internazionale per immaginare il festival a Reggio Emilia, abbiamo immediatamente sentito quanto la nostra città fosse perfetta per collaborare e ospitare Internazionale Kids. Da noi i bambini e le bambine sono cittadini dalla nascita, da noi cultura e diritti vanno a braccetto”, dice Annalisa Rabitti, assessora a Cultura, Marketing territoriale e Pari opportunità del Comune di Reggio Emilia. “Lo scorso anno – aggiunge Rabitti - la città ha risposto in modo meraviglioso, e i Chiostri di San Pietro sono stati conquistati da migliaia di ragazzi che, con il loro pass, la loro mappa in mano e il loro cuore pieno di emozione e voglia di conoscere, hanno abitato in modo diverso questi spazi. Quest’anno ci ‘allarghiamo’ e il festival conquisterà Palazzo dei Musei per una tre giorni ancora più entusiasmante”.

I luoghi di Internazionale Kids a Reggio Emilia
I Chiostri di San Pietro, complesso monastico rinascimentale in cui si riconosce la cifra architettonica di Giulio Romano, sono oggi un hub di produzione culturale e di innovazione sociale. Patrimonio del Comune di Reggio Emilia, sono stati restaurati e riqualificati grazie a un intervento finanziato del Comune di Reggio Emilia e della Regione Emilia-Romagna. Polo attrattivo di rilievo internazionale, ospitano fra l’altro il festival Fotografia Europea, gli spettacoli di Fondazione nazionale della Danza-Aterballetto e le mostre realizzate da Fondazione Palazzo Magnani, in una città dalla forte vocazione all’arte e alla cultura contemporanee. Con la nascita del Laboratorio Aperto, i Chiostri di San Pietro si propongono altresì quale hub di innovazione sociale: un luogo di partecipazione, confronto e innovazione aperta e diffusa nell’ambito dei servizi alla persona e digitali.

Internazionale Kids

Il Palazzo dei Musei, edificio monumentale, è immaginabile come un essere vivente, in continuo divenire, aperto alla comunità e alla contemporaneità. Le sue pregevoli e integre Collezioni storiche create dalla fine del Settecento (Paletnologia, Archeologia, Zoologia, Etnografia, Botanica, Geologia) costituiscono una pièce unique, che alimenta il Nuovo Museo ideato e realizzato da Italo Rota in un percorso partecipato con la città e con la direzione e i curatori delle Collezioni. Qui conservare è innovare.
Proponendosi quale Archivio dei Beni comuni, il Nuovo Museo è un’immersione narrativa stimolante dalla Preistoria alla Contemporaneità, attraverso Archeologia, Storia, Pittura, Scienze, Tecnologia, Paesaggio. Un percorso accompagnato dall’immagine, fotografica e filmica d’autore, che culmina nella sezione fotografia dedicata a Luigi Ghirri e in quella riservata agli autori di Fotografia Europea. La parola chiave è: serendipity, serendipità, ovvero il fare felici e inattese scoperte mentre si sta cercando altro, come spesso è avvenuto nella Scienza del XX Secolo.
La Centrale Idrica Iren di Reggio Emilia, comunemente “l’Acquedotto”, è uno dei nodi fondamentali del sistema acquedottistico che serve il Comune di Reggio Emilia ed è una delle principali centrali idriche italiane. Ha una capacità di stoccaggio di 10.000.000 di litri d’acqua potabile (8.000.000 suddivisi in tre vasche uguali semi interrate e 2.000.000 nel serbatoio pensile alto 55 metri, il punto più alto della città). La centrale idrica ha meritato la menzione d’onore del Premio Medaglia d’Oro all’Architettura italiana della Triennale di Milano 2003.

Come partecipare
Tutti gli appuntamenti sono gratuiti, per partecipare è sufficiente la prenotazione su EventBrite attiva dal 2 maggio. Molti degli eventi saranno tradotti nella Lingua dei segni italiana (Lis) per un festival sempre più accessibile. È possibile consultare il programma con tutti i dettagli su http://intern.az/1EII

Il festival di Internazionale Kids a Reggio Emilia è promosso da Internazionale Kids, Internazionale, Comune di Reggio Emilia e Fondazione Palazzo Magnani. È realizzato grazie allo sponsor Iren e con il sostegno di Enel Cuore onlus, di Fondazione Pianoterra, di Save the Children e di Asmodee. È realizzato in collaborazione con Fondazione Reggio Children, Pause Atelier dei Sapori, Reggio Emilia Città Senza Barriere, Reggio Children srl, Re Mida, Laboratori Aperti, Chiostri di San Pietro e Musei Civici di Reggio Emilia.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.