#295 - 13 novembre 2021
AAA ATTENZIONE - Questo numero rimarrà in rete fino alla mezzanotte del 1° marzo, quando lascerà il posto al numero 347. Ora MOTTI per TUTTI : - Finchè ti morde un lupo, pazienza; quel che secca è quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport è l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte è costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista è colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Poesia

Il canto più conosciuto di Gaio Valerio Catullo

Il canto più conosciuto di Gaio Valerio Catullo

Vivamus mea lesbia

rivisitato da Angelo Zito

di Angelo Zito

CARME V

Vivamus, mea Lesbia, atque amemus,
rumoresque senum severiorum
omnes unius aestimemus assis.
Soles occidere et redire possunt:
nobis cum semel occidit brevis lux,
nox est perpetua una dormienda.
Da mi basia mille, deinde centum,
dein mille altera, dein secunda centum,
deinde usque altera mille, deinde centum.
Dein, cum milia multa fecerimus,
conturbabimus illa, ne sciamus,
aut ne quis malus invidere possit,
cum tantum sciat esse basiorum.

CARME V

Amamose Lesbia mia la vita è breve
l’invidia de li vecchi impresciuttiti
nun vale un sordo bucato, vale zzero.
Er sole se fa véde ogni matina
noi oggi ce semo, ma domani?
Baciame due tre pe’ cento vorte,
ribaciamose mill’antre vorte ancora
e poi ancora ancora ancora,
semo arivati a mille. Dichi che basta?
Sto a véde le stelle a occhi chiusi,
nun sai a quanti je vie’ la bava in bocca
a vedé er ritmo che tenemo:
je piacerebbe de stà ar posto nostro.
Fermamose, semo a diecimila. Basta.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato.