#286 - 22 maggio 2021
AAAATTENZIONE - Cari amici lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del 10 dicembre quando lascerà  il posto al n. 297. BUONA LETTURA A TUTTI . Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà  a massacrare gli animali non conoscerà  ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Costume e Società

La denatalità ferma il futuro

Culle vuote

di Amanzio Possenti

Culle vuote

E’ un‘ Italia dalle culle vuote, un pesantissimo record negativo che si trascina da oltre trent’anni e che la affonda fra i Paesi europei.
Se la famiglia non sarà al centro del presente, non ci sarà futuro; se le famiglie ripartono, tutto riparte’, ammonisce Francesco, che precisa: ’La vita è il primo dono che ciascuno ha ricevuto. Un figlio è un dono più grande per tutti e viene prima di tutto’.

Culle vuoteCulle vuote

Parole illuminanti, dirette a valorizzare la natalità che sta subendo grosse limitazioni, al punto che la bassa fertilità italiana presenta un tasso che nel 2019 si attestava attorno all’1,39 per donna: di questo dramma acuto si è parlato agli Stati Generali sulla Natalità, presente, con il Papa, il presidente del Consiglio Draghi.
Problema di alta attualità, va affrontato anche con strumenti di aiuto concreto, da perpetuare se si desidera dare una scossa positiva alla drammatica situazione: nasce da luglio - annuncia Draghi - e sarà ampliato da gennaio 2022 a vaste dimensioni lavorative il cosiddetto assegno unico universale, importante trasformazione epocale che si aggiungerà agli assegni esistenti.
Giustamente il presidente afferma: ’Un’Italia senza figli è un’Italia che non ha futuro’. Prospettiva di forte preoccupazione per un Paese che continua a ridurre sensibilmente la sua popolazione, primatista in negativo, con un calo che mette in rilievo la pochezza delle nascite con il raddoppio di presenza degli ultranovantenni.
Se a questo stato di fatto si aggiunge che l’Italia è fanalino di coda nell’Unione Europea in tema di matrimoni, è evidente il quadro precario sul domani delle famiglie.

Culle vuote

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.