#102 - 1 settembre 2014
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 20 settembre, quando lascerà il posto al numero 247 - ORA, con VOI una dedica all'imminente AUTUNNO. - ‘Autunno mansueto, io mi posseggo | e piego alle tue acque a bermi il cielo, | fuga soave d’alberi e d’abissi.’(Salvatore Quasimodo) - ‘Come un sentiero d’autunno: appena è tutto spazzato, si copre nuovamente di foglie secche.’(Franz Kafka) - ‘Un libro di poesie è un autunno morto: i versi son le foglie nere sulla bianca terra, e la voce che li legge è il soffio del vento che li affonda nei cuori,intime distanze.’(Federico Garcia Lorca) - ‘L’autunno è la più mesta stagione dell’anno; il vespro è l’ora più mesta del giorno: in quella stagione, in quell’ora, il Sole si avvicina alla sua tomba magnifico a vedersi come il figlio primogenito del Creatore. Sul mezzogiorno egli tenne raccolti tutti i suoi raggi per vibrarli veementi a suscitare la natura; ma verso sera la vita è sparsa, la virtù diffusa, ed egli adesso si compiace a versare tutto il suo lume per l’emisfero che lo circonda. E la volta dei cieli, abbandonato il manto azzurro, s’indora della luce divina, in quella guisa che il secolo assorbe l’emanazioni della grande anima che lo ha dominato.’(Francesco Domenico Guerrazzi) - ‘A meno che un albero abbia mostrato i suoi fiori in primavera, sarà invano cercare i suoi frutti in autunno.’(Walter Scott) - ‘Rosso, porpora, giallo, mischiati al verde e marrone, anelo ai caldi colori dell’autunno, come una coperta a scaldare i mie sogni, le mie speranze per custodirli per tutto l’inverno. La primavera ne farà buon uno, perchè sboccino d’estate. A l’autunno, sapori che non so scordare, dolci e caldi preludi del prossimo inverno.’(Stephen Littleword) - ‘L’autunno porta con sé il ricordo di una stagione generosa, colori, sensazioni, profumi, raccolto, tutto parla della bellezza della terra, della meraviglia della natura.’(Stephen Littleword) - Voglio un autunno rosso come l’amore, giallo come il sole ancora caldo nel cielo, arancione come i tramonti accesi al finire del giorno, porpora come i granelli d’uva da sgranocchiare. Voglio un autunno da scoprire, vivere, assaggiare.’(Stephen Littleword) - ‘Ormai è l’autunno, tutto torna a dormire, tutto scompare nella pace dell’inverno imminente. Anche i rumori vanno in letargo come ghiri nelle tane. Le case tacciono, ascoltano, sentono la neve depositarsi sui tetti. Quelle senza tetto la ricevono dentro i muri, sui solai, nelle cucine distrutte. La visita della dama bianca entra nel cuore delle case sgangherate. Il paese abbandonato guarda a tramonto con gli occhi malinconici delle finestre senza vetri, sospira adagio con la bocca delle porte sfondate. Era un bel paese, il nostro, adesso non c’è più.(Mauro Corona). -
Arte

Maxxi - Roma

Partorire con l’Arte
L’Arte di partorire

un ciclo di sei incontri tra arte e scienza

Partorire con l’Arte
L’Arte di partorire

Dal 5 settembre al 9 ottobre al Maxxi di Roma si svolge un ciclo di incontri dedicati alle partorienti, ai nascituri, alle neo-mamme, alle coppie e a chiunque voglia approfondire i temi dell’origine e della maternità attraverso lo sguardo congiunto dell’arte e della scienza medica.

Partorire con l’Arte
L’Arte di partorirePartorire con l’Arte
L’Arte di partorire

Sculture, progetti di street art permanente e video/audio installazioni diventano occasione di riflessione sulla bellezza e sulla complessità della nascita mentre i talk sulla storia e la pratica terapeutica aiutano a comprenderne meglio le dinamiche e ad affrontarne le problematiche. A intervenire medici, ostetriche, psicologi, artisti e critici d’ arte.

Nata dall’idea del collezionista e ginecologo Antonio Martino con la collaborazione di Miriam Mirolla, psicologa dell’arte, l’iniziativa sdrammatizza l’idea della medicalizzazione della gravidanza e valorizza il passaggio dall’ospedale al museo, luogo germinale della vita e della creatività.

Partorire con l’Arte
L’Arte di partorirePartorire con l’Arte
L’Arte di partorire

Questo il calendario degli incontri che si terranno tutti i venerdi pomeriggio:

5 settembre Psiche, la vergine e l’autopercezione. Primo trimestre di gravidanza Cosa c’è di più imprevedibile e delicato dello “stato interessante” di una donna? Dedicato a un tema primordiale come l’autopercezione nel primo trimestre di gravidanza, il primo incontro s’interroga sull’esperienza della maternità e introduce le sue relazioni con l’arte. Introducono Antonio Martino ginecologo e Miriam Mirolla psicologa dell’arte Intervengono Irene Martini biologa, Paola Gandolfi artista, Claudia Roberti chirurgo, Silvia Battistini ostetrica e poetessa.

12 settembre L’io, il feto e il mondo. Gravidanza e cambiamento

19 settembre La bellezza dello stato interessante. Sogni, regime alimentare e igiene della gravidanza

26 settembre Fenomenologia e fisiologia del lieto evento Iconografia della nascita, il parto indolore

3 ottobre Maternage e puerperio. Il neonato
9 ottobre La madre e l’artista. Genesi di un’ opera d’arte

Partorire con l’Arte
L’Arte di partorirePartorire con l’Arte
L’Arte di partorire

l'articolo è illustrato con alcune immagini di pittura della Vergine Maria in attesa.

AFORISMI - C'è un solo tipo di successo, fare della propria vita ciò che si desidera (H.D. Thoreau) - La vita, più è vuota, più pesa (A. Allais) - Tanto più grande è il potere, tanto più grande l'abuso (E. Burke) - L'invidia è una confessione di inferiorità (H.de Balzac) - Non con la colelra, col sorriso si uccide! (F. Nietzsche) - Colui che semina delitto e dolore, non può mietere né gioia né amore (Pitagora) - Dopo tutto c'è soltanto una razza: l'umanità ! (G. Moore) - Il povero ruba per fame, il ricco perchè insaziabile; il povero per sopravvivere, il ricco per sopraffare. (F. Collettini) E' l'ignoranza a rendere il mondo cieco (R. Quala) -