#285 - 8 maggio 2021
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 24 settmbre, quando lascerà  il posto al numero 292. - BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po di SATIRA: Il Paradiso lo preferisco per il clima, l'Inferno per la compagnia (M. Twain) - Quando le cose non funzionano in camera da letto, non funzionano neanche in soggiorno (W.H. Masters) - L'intelligente parla poco, l'ignorante parla a vanvera, il fesso parla sempre (A: De Curtis) - Il sesso senza amore è un'esperienza vuota, ma tra le esperienze vuote è la migliore (W. Allen) - Per alcune cose ci vuole tanta pazienza, per tutte le altre c'è la gastrite (L. Limbus) - Non avere un pensiero e saperlo esprimere: è questo che fa di un uomo, un giornalista (K. Kraus) - Le banche ti prestano denaro, se puoi dimostrare di non averne bisogno (B. Hope) -
Editoriale

In occasione del 9 maggio - Giornata Mondiale degli Uccelli Migratori

Clima e migrazioni

di Dante Fasciolo

Oltre agli uomini, anche gli animali emigrano;
seguono il clima stagionale
e si adeguano spesso alle sue varianti.
Viviamo tempi in cui il clima è quanto mai bizzarro,
e gli animali soffrono i repentini cambiamenti.
Il tema che la Giornata Mondiale delle Migrazioni
si è dato per studiare il fenomeno ha un nome:
“connettività”
e ciò si evidenzia soprattutto attraverso
le migrazioni degli uccelli i quali da un lato
rallegrano con la loro venuta anticipata
ogni anno sempre più,
dall’altro lato annunciano drammaticamente
il repentino e progressivo mutamento climatico.
In questo senso la loro connettività diventa globale,
e non può certo lasciare indifferenti
singoli studiosi ed enti preposti
a sollecitare politiche atte a mitigare il clima
e accompagnare questo impegno con altre attenzioni
quali la difesa e conservazione, in questo caso,
delle specie di uccelli e la gestione e l’uso sostenibile
delle risorse tra culture, paesi e continenti diversi.
Amaramente dobbiamo constatare che è in atto
nel nostro paese in particolar modo,
una politica che ignora questi aspetti:
il degrado ambientale del nostro territorio,
l’incosciente inquinamento delle nostre acque,
l’aggiramento delle regole di legge e conseguente
decadimento delle nostre produzioni agroalimentari,
infine, un male inteso senso per la difesa del clima
attraverso la scriteriata piantumazione
di migliaia di orribili pale eoliche il cui effetto,
oltre a succhiare miliardi di soldi pubblici
con scarso vantaggio energetico, ma molto per le imprese,
ci negheranno gran parte del ritorno degli uccelli,
ci priveranno della loro utilità naturale,
e, spregio, deturperanno il nostro inimitabile paesaggio,
cancellando così un tratto della nostra identità nazionale.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.