#246 - 4 settembre 2019
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 20 settembre, quando lascerà il posto al numero 247 - ORA, con VOI una dedica all'imminente AUTUNNO. - ‘Autunno mansueto, io mi posseggo | e piego alle tue acque a bermi il cielo, | fuga soave d’alberi e d’abissi.’(Salvatore Quasimodo) - ‘Come un sentiero d’autunno: appena è tutto spazzato, si copre nuovamente di foglie secche.’(Franz Kafka) - ‘Un libro di poesie è un autunno morto: i versi son le foglie nere sulla bianca terra, e la voce che li legge è il soffio del vento che li affonda nei cuori,intime distanze.’(Federico Garcia Lorca) - ‘L’autunno è la più mesta stagione dell’anno; il vespro è l’ora più mesta del giorno: in quella stagione, in quell’ora, il Sole si avvicina alla sua tomba magnifico a vedersi come il figlio primogenito del Creatore. Sul mezzogiorno egli tenne raccolti tutti i suoi raggi per vibrarli veementi a suscitare la natura; ma verso sera la vita è sparsa, la virtù diffusa, ed egli adesso si compiace a versare tutto il suo lume per l’emisfero che lo circonda. E la volta dei cieli, abbandonato il manto azzurro, s’indora della luce divina, in quella guisa che il secolo assorbe l’emanazioni della grande anima che lo ha dominato.’(Francesco Domenico Guerrazzi) - ‘A meno che un albero abbia mostrato i suoi fiori in primavera, sarà invano cercare i suoi frutti in autunno.’(Walter Scott) - ‘Rosso, porpora, giallo, mischiati al verde e marrone, anelo ai caldi colori dell’autunno, come una coperta a scaldare i mie sogni, le mie speranze per custodirli per tutto l’inverno. La primavera ne farà buon uno, perchè sboccino d’estate. A l’autunno, sapori che non so scordare, dolci e caldi preludi del prossimo inverno.’(Stephen Littleword) - ‘L’autunno porta con sé il ricordo di una stagione generosa, colori, sensazioni, profumi, raccolto, tutto parla della bellezza della terra, della meraviglia della natura.’(Stephen Littleword) - Voglio un autunno rosso come l’amore, giallo come il sole ancora caldo nel cielo, arancione come i tramonti accesi al finire del giorno, porpora come i granelli d’uva da sgranocchiare. Voglio un autunno da scoprire, vivere, assaggiare.’(Stephen Littleword) - ‘Ormai è l’autunno, tutto torna a dormire, tutto scompare nella pace dell’inverno imminente. Anche i rumori vanno in letargo come ghiri nelle tane. Le case tacciono, ascoltano, sentono la neve depositarsi sui tetti. Quelle senza tetto la ricevono dentro i muri, sui solai, nelle cucine distrutte. La visita della dama bianca entra nel cuore delle case sgangherate. Il paese abbandonato guarda a tramonto con gli occhi malinconici delle finestre senza vetri, sospira adagio con la bocca delle porte sfondate. Era un bel paese, il nostro, adesso non c’è più.(Mauro Corona). -
beni culturali e paesaggistici

Network Nazionale di Parchi e Giardini - Treviso

Il Parco più Bello d'Italia

I dieci finalisti selezionati per il Premio 2019

Se avete in programma un viaggio culturale o una gita fuori porta, consultate la guida online www.ilparcopiubello.it che con i suoi oltre 1000 parchi e giardini affiliati vi offrirà le indicazioni e i percorsi di visita, gallerie fotografiche, descrizioni storiche e botaniche, un fitto e aggiornato calendario di eventi ed attività da vivere durante tutta la stagione di apertura.

La Venaria Reale
(Piemonte)
Capolavoro dell’architettura e del paesaggio, i Giardini della Reggia sono uno stretto connubio tra antico e moderno, un dialogo virtuoso tra insediamenti archeologici e opere contemporanee. .

Il Parco più Bello d'ItaliaIl Parco più Bello d'Italia

Villa Manin a Passariano
(Friuli Venezia Giulia)
Storico parco all’inglese ottocentesco caratterizzato da un’estesa area a prato circondato da radure, boschetti, laghetti, peschiere, colline artificiali e gruppi scultorei.

Labirinto Borges, Venezia
(Veneto)
Formato da migliaia di piante di bosso è concepito come uno spazio fisico che permette di accedere al mondo fantastico dello scrittore argentino Jorge Luis Borges, ma è anche un teatro di eventi culturali.

Il Parco più Bello d'ItaliaIl Parco più Bello d'Italia

Parco Villa Gregoriana, Tivoli
(Lazio)
Concesso in comodato al FAI nel 2002, il parco è uno scenario unico fra templi romani, boschi, sentieri, antiche vestigia, grotte naturali ed il fragore delle cascate di Tivoli.

Giardino della Minerva, Salerno
(Campania)
Uno scrigno ricco di storia edificato su terrazzamenti, unico nel panorama degli Orti botanici per la ricca catalogazione delle piante secondo una doppia classificazione: terapeutica e morfologica di stampo moderno e linneiano.

Il Parco più Bello d'ItaliaIl Parco più Bello d'Italia

Giardino Giusti, Verona
(Veneto)
Uno degli esempi più interessanti di giardino all'italiana, un luogo unico e imperdibile, sintesi perfetta di arte, storia e natura, celebrato da molti illustri personaggi.

Isola del Garda
(Lombardia)
Un giardino d’impronta romantica, espressione di uno straordinario connubio di natura e architettura che appare incantevole vista dall’acqua e dalla terraferma.

Il Parco più Bello d'ItaliaIl Parco più Bello d'Italia

Fattoria di Celle, Pistoia
(Toscana)
Un episodio importante di Arte Ambientale riconosciuta a livello internazionale con una fusione di architettura, scultura, parco, giardini, fontane, e opere d’arte contemporanee.

Villa Imperiale, Pesaro
(Marche)
Una villa suburbana in cui natura e architettura trovano il loro perfetto equilibrio e si presentano inscindibili; una successione graduale di spazi immersa in un incantevole paesaggio naturale.

Il Parco più Bello d'ItaliaIl Parco più Bello d'Italia

Parco Paternò del Toscano
(Sicilia)
Un sistema di terrazzamenti situato alle pendici dell’Etna dove, con estrema naturalezza, è inserita una grande varietà di palme e di essenze provenienti da tutto il mondo.

Entro la fine dell'estate, tra questi dieci finalisti, il Comitato Scientifico sceglierà i due vincitori, rispettivamente per la categoria Parchi Pubblici e per la categoria Parchi Privati.

Il Comitato Scientifico è composto da sei esperti del settore: Vincenzo Cazzato (presidente, Università del Salento, per anni coordinatore del Comitato ministeriale per lo studio e la conservazione dei giardini storici), Alberta Campitelli (già Dirigente dell’Ufficio Ville e Parchi Storici della Sovrintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma), Marcello Fagiolo (già Presidente del Comitato nazionale per lo studio e la conservazione dei giardini storici), Ines Romitti (architetto paesaggista AIAPP-IFLA), Luigi Zangheri (già Presidente del Comitato scientifico internazionale per i paesaggi culturali ICOMOS-IFLA), Margherita Azzi Visentini (Politecnico di Milano).

Il Concorso "Il Parco più Bello" è una iniziativa dell'architetto Leandro Mastria, Presidente della Segreteria Organizzativa, con il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, del Ministero dell'Ambiente, dell'UNESCO, dell'ACI e con l'adesione del FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano) e dell'AIAPP (Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio).

          www.ilparcopiubello.it  Facebook, Twitter e Pinterest “Il Parco Più Bello” 

          Ufficio Stampa   info@ilparcopiubello.it
AFORISMI - C'è un solo tipo di successo, fare della propria vita ciò che si desidera (H.D. Thoreau) - La vita, più è vuota, più pesa (A. Allais) - Tanto più grande è il potere, tanto più grande l'abuso (E. Burke) - L'invidia è una confessione di inferiorità (H.de Balzac) - Non con la colelra, col sorriso si uccide! (F. Nietzsche) - Colui che semina delitto e dolore, non può mietere né gioia né amore (Pitagora) - Dopo tutto c'è soltanto una razza: l'umanità ! (G. Moore) - Il povero ruba per fame, il ricco perchè insaziabile; il povero per sopravvivere, il ricco per sopraffare. (F. Collettini) E' l'ignoranza a rendere il mondo cieco (R. Quala) -