#220 - 9 giugno 2018
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 22 giugno, quando lascerà il posto al numero 221. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi SATIRIKON: Se sei felice non urlarlo, il dolore ha il sonno leggero - Trovo che la televisione sia molto educativa, ogni volta che qualcuno l'accende vado in un'altra stanza a leggere un libro (G.Marx) - Non c'è nulla di più facile che smettere di fumare, io stesso ho smesso già 137 volte! (M. Twain) - Quando voglio prendere una decisione di gruppo, mi ricordo di specchi (W. Buffet) - L'alcol uccide lentamente. Non c'è problema, non ho fretta! (G. Courteline) - Quando dicono che lo fanno per il tuo bene, generalmente è per il loro - L'uomo ha inventato la bomba atomica ma nesun topo costruirebbe una trappola per topi (E. Eistein) - E' un peccato che peccare sia peccato (F. Collettini) - E' ridicolo come ti sei bardato per questo mondo! (F. Kafka) -
Attività produttive

Commissione Unione Europea

Consiglio europeo per l'innovazione

Sarà il referente unico per le tecnologie rivoluzionarie ed ad alto potenziale

di Redazione

La Commissione Ue ha proposto l'istituzione di un Consiglio europeo per l'innovazione che sia il referente unico per le tecnologie rivoluzionarie e ad alto potenziale e le imprese innovative con le potenzialità per espandersi. "Considerata la crescente concorrenza internazionale, l'Europa deve agire con urgenza sul fronte della ricerca e dell'innovazione", ha detto il commissario responsabile della ricerca, Carlos Moedas.

Consiglio europeo per l'innovazioneConsiglio europeo per l'innovazione

Il modello
Pur rivendicando differenze significative, a partire dalla volontà di finanziare programmi civili e non militari, la Commissione si è ispirata dalla Defense Advanced Research Projects Agency (Darpa), l'agenzia federale americana creata dal dipartimento della Difesa dopo il lancio del satellite russo Sputnik e che dal 1958 ha permesso lo sviluppo del Gps, di Arpanet (l'antesignano di Internet) o l'esoscheletro XOS.

Consiglio europeo per l'innovazioneConsiglio europeo per l'innovazione

Obiettivi
Il Consiglio europeo per l'innovazione dovrebbe partire con una fase pilota da 2,7 miliardi di euro per il periodo 2018-2020, con l'obiettivo di contribuire a individuare e a realizzare su scala più ampia le innovazioni ad alto rischio e in rapida evoluzione che presentano grandi potenzialità di creazione di nuovi mercati. Secondo l'esecutivo comunitario, l'Europa ha una capacità relativamente elevata nell'innovazione incrementale (aggiungere valore o nel promuovere i prodotti, i servizi e i processi esistenti) e ha fatto passi importanti in avanti in settori come la robotica, la fotonica e le biotecnologie. Tuttavia l'Europa è indietro in molti ambiti. Le imprese europee spendono meno per l'innovazione rispetto ai loro concorrenti (l'1,3% del Pil rispetto all'1,6% della Cina, al 2% degli Stati Uniti, al 2,6% del Giappone e al 3,3% della Corea del Sud).

Consiglio europeo per l'innovazione

Startup L'Ue conta soltanto 26 "startup unicorno" (start-up valutate ad oltre 1 miliardo di dollari), mentre Stati Uniti e Cina ne vantano rispettivamente 109 e 59. "Le nuove megatendenze, come l'intelligenza artificiale e l'economia circolare, sono destinate a causare profondi cambiamenti della società e dell'economia", ha spiegato il vice-presidente della Commissione, Jyrki Katainen: "dobbiamo agire rapidamente per farci promotori di una nuova ondata di innovazione".

APHORISTIKON - L'uomo che non ha sogni, non ha le ali per volare (C. Clay) - Da sempre in politica patrocinare la causa del povero è stato il mezzo più sicuro per arricchirsi (N. G. Davila) - Ciò che non giova all'alveare non giova neanche all'ape (Marco Aurelio) - Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti sono capaci di tutto (B. Makeresko) - Qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. ( M. Pantaleoni) - Il saggio, sdegna non di ridere, ma di deridere (A. Graf) - Il mondo è cominciato senza l'uomo, e finirà senza di lui (C. Levi Strauss) - L'impoverimento linguistico è, per un popolo, sintomo di decadenza (F. Collettini) - La natura non fa nulla di inutile (Aristotele) - L'oppresso che accetta l'oppressione, finisce per farsene complice (V. Hugo) - Serve un nuovo modo di pensare per superare i problemi creati da vecchi modi di pensare (E. Einstain) - Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi (W. Shakespeare) -