#219 - 26 maggio 2018
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 22 giugno, quando lascerà il posto al numero 221. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi SATIRIKON: Se sei felice non urlarlo, il dolore ha il sonno leggero - Trovo che la televisione sia molto educativa, ogni volta che qualcuno l'accende vado in un'altra stanza a leggere un libro (G.Marx) - Non c'è nulla di più facile che smettere di fumare, io stesso ho smesso già 137 volte! (M. Twain) - Quando voglio prendere una decisione di gruppo, mi ricordo di specchi (W. Buffet) - L'alcol uccide lentamente. Non c'è problema, non ho fretta! (G. Courteline) - Quando dicono che lo fanno per il tuo bene, generalmente è per il loro - L'uomo ha inventato la bomba atomica ma nesun topo costruirebbe una trappola per topi (E. Eistein) - E' un peccato che peccare sia peccato (F. Collettini) - E' ridicolo come ti sei bardato per questo mondo! (F. Kafka) -
Cultura e Società

Un approccio originale e rivoluzionario

Dignità e bellezza
contro la corruzione

Prossimi appuntamenti a Teano e a Monreale

Combattere la corruzione con educazione e bellezza: dall’impegno della Consulta per la Giustizia contro la corruzione e le Mafie, il Dicastero per la Promozione dello Sviluppo Umano integrale ha lanciato una serie di iniziative con i ragazzi di Scampia, coinvolgendo anche i Musei Vaticani.
Il 17 maggio, il gruppo “Dignità e bellezza” dell’Istituto Superiore Attilio Romanò di Scampia, Secondigliano e Miano (Napoli) e il Centro Hurtado di Scampia sono stati ai Musei Vaticani per una visita gratuita tra le Stanze di Raffaello e la Cappella Sistina. Circa cinquanta studenti, accompagnati da alcuni membri del Dicastero per la Promozione dello Sviluppo Umano Integrale dei Musei Vaticani.

Dignità e bellezza    
contro la corruzioneDignità e bellezza    
contro la corruzione

Ma come si arriva all’iniziativa? - ce lo ricorda in una nota per Aci-stampa Andrea Gagliarducci - Nel giugno 2017, si tenne in Vaticano una conferenza internazionale sulla corruzione. Un impegno che veniva da lontano, perché già il Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace aveva fatto, negli anni precedenti, degli incontri informali sulla corruzione.
La conferenza portò alla istituzione della Consulta della Giustizia contro la corruzione e le Mafie, e al tema il Cardinale Peter Turkson, prefetto del Dicastero, dedicò anche un libro insieme all’officiale Vittorio Alberti. Intitolato “Corrosione”, il libro ebbe anche la prefazione di Papa Francesco, che nell’occasione definì la corruzione “un cancro che logora le nostre vite”.
Papa Francesco aveva parlato con forza di corruzione anche nella sua visita a Napoli il 21 marzo 2015, quando sottolineò con forza nella sua visita al quartiere di Scampia che “i corrotti non sono cristiani”.

Dignità e bellezza    
contro la corruzioneDignità e bellezza    
contro la corruzione

La sfida, per i ragazzi di Scampia, era portare tutte queste parole nella vita di tutti i giorni. In questa ricerca di normalità, si è inserito anche un momento di riflessione organizzato dal Dicastero per la Promozione dello Sviluppo Umano Integrale presso l’Istituto Romanò nel febbraio 2018. Nella prefazione al libro “Corrosione”, Papa Francesco scrisse che “è utile alzare la testa verso la bellezza e l’arte” per andare oltre se stessi. Da qui, l’iniziativa che, nelle parole del Cardinale Turkson, promuove “la via della bellezza come ricerca della giustizia nella misericordia."

I prossimi appuntamenti dell’iniziativa “Dignità e Bellezza” si terranno a Teano il 1° giugno, in una conferenza a cui prenderanno parte, oltre al Dicastero, Rappresentanti della Conferenza Episcopale Italiana e della Chiesa locale, nonché l’Associazione Libera; e a Monreale il 22 giugno, nel tentativo del Dicastero di promuovere un contatto costante su tali argomenti con le diocesi locali e le Istituzioni territoriali.

APHORISTIKON - L'uomo che non ha sogni, non ha le ali per volare (C. Clay) - Da sempre in politica patrocinare la causa del povero è stato il mezzo più sicuro per arricchirsi (N. G. Davila) - Ciò che non giova all'alveare non giova neanche all'ape (Marco Aurelio) - Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti sono capaci di tutto (B. Makeresko) - Qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. ( M. Pantaleoni) - Il saggio, sdegna non di ridere, ma di deridere (A. Graf) - Il mondo è cominciato senza l'uomo, e finirà senza di lui (C. Levi Strauss) - L'impoverimento linguistico è, per un popolo, sintomo di decadenza (F. Collettini) - La natura non fa nulla di inutile (Aristotele) - L'oppresso che accetta l'oppressione, finisce per farsene complice (V. Hugo) - Serve un nuovo modo di pensare per superare i problemi creati da vecchi modi di pensare (E. Einstain) - Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi (W. Shakespeare) -