#217 - 28 aprile 2018
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 26 ottobre, quando lascerà il posto al numero 229. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po' di proverbi romaneschi: -Li mejo bocconi sò der coco - Fà del bene all'asini che ce ricevi i carci in panza - Ci va a dormi col culo che je rode, se sveja cor dito che je puzza - A l'omo de poco faje accenne er foco - Più la capoccia è vòta , più la lingua s'allunga - Acqua passatas non macina più - Daje eddaje pure li piccioni se fanno quaie - Li sordi so' come li dolori, chi cellà se li tiene - Fidate del ricco impoverito, non te fidà del povero arricchito ---
Iniziative

Promosso dal Ministero dell'Ambiente

Ciclo-Via Appenninica

Bike Tour: seconda edizione

Bike Tour: seconda edizioneBike Tour: seconda edizione

Si è conclusa con un bilancio positivo la seconda edizione di Appennino Bike Tour, promossa da Ministero dell’Ambiente, Vivi Appennino e Confcommercio Ascom, che ha visto il ciclista Omar Di Felice, testimonial del Giro, pedalare l’intera Dorsale in soli undici giorni, dal 4 al 14 aprile. La partenza, ad Altare, ha visto inaugurare simbolicamente il primo cartello della Ciclo-Via Appenninica, con l’auspicio che i 2.600 chilometri tracciati vengano valorizzati come il più grande percorso ciclo-turistico d’Italia lungo le strade secondarie dell’Appennino.

Bike Tour: seconda edizioneBike Tour: seconda edizione

I Comuni aderenti all’iniziativa hanno sottoscritto, lungo il viaggio, un accordo di collaborazione che, da fine maggio, li impegna a sostenere l’iniziativa dell’istituzione della Ciclo-Via Appenninica con una Legge speciale, coinvolgendo cittadini e territori limitrofi, attraverso una raccolta firme. Una iniziativa che vedrà capofila in ogni zona d’Italia i Comuni tappa del Giro, primi promotori della proposta di Legge, che avranno il compito di raccogliere almeno 1200 firme, e di coinvolgere i Sindaci dei Comuni vicini. Obiettivo complessivo il raggiungimento di almeno 50.000 firme ed il coinvolgimento di oltre 500 Sindaci nella progettualità.

Bike Tour: seconda edizioneBike Tour: seconda edizione

“Questo progetto, studiato con attenzione insieme ai tecnici del Ministero dell’Ambiente e a Confcommercio Ascom – ha dichiarato Enrico Della Torre, Direttore di Vivi Appennino – rappresenta un grande volano per le aree montane appenniniche soggette a spopolamento dei borghi, crisi economica, dissesto idrogeologico senza contare chi, per via di catastrofi naturali, oggi non ha più nulla. E’ indispensabile andare avanti”.

Appennino Bike Tour è stato un viaggio all’insegna della sostenibilità e della valorizzazione dell’ambiente: ad ogni tappa del Giro sono state organizzate conferenze sul tema dello Sviluppo Sostenibile, con il coinvolgimento di numerosi studenti in progetti di educazione ambientale orientati alla salvaguardia di questi territori.

Bike Tour: seconda edizioneBike Tour: seconda edizione

L’importanza del rispetto dell’ambiente si è manifestata anche nella scelta del veicolo che ha accompagnato il percorso del ciclista Omar Di Felice, una Mitsubishi modello Outlander Phev, il primo veicolo ibrido plug-in a trazione integrale permanente con due unità elettriche capace di ricaricarsi da solo quando è in movimento o da fermo da colonnina di ricarica fissa.

Bike Tour: seconda edizioneBike Tour: seconda edizione

Le soste sono state anche un modo per dare spazio alla valorizzazione delle tipicità locali, frutto di un’agricoltura e di un allevamento rispettosi della natura e degli animali, in linea con l’iniziativa “2018 Anno del Cibo Italiano”.

Infine, grazie ai recenti accordi di collaborazione siglati tra Vivi Appennino e la Federazione Ciclistica Italiana e Trenitalia sono stati anche presentati progetti di formazione per figure turistiche professionali come le guide cicloturistiche, e le azioni promozionali per legare la scoperta del territorio all’utilizzo di mezzo pubblici, come il treno, meno inquinanti degli autoveicoli.

Bike Tour: seconda edizioneBike Tour: seconda edizione

                           segreteria@appenninobiketour
ANIMALIA - Se raccogliete un cane affamato e lo nutrite non vi morderà: Ecco la differenza tra l'uomo e il cane (M. Twain) - Chi ha creato i gatti si poteva permettere di sbagliare tutto il resto (M. Migliaccio) - I gatti sono tutti quanti liberi professionisti (Sy Fisher) - Quando un uomo uccide una tigre, lo chiamano sport, quando viene ucciso dalla tigre la chiama ferocia (G.B.Shaw) - Coloro che uccidono gli animali per mangiarne le carni saranno più inclini dei vegetariani a massacrare i propri simili (Pitagora) - Ciò che distingue il genere umano dal regno animale è che in quest'ultimo è sconosciuta la malvagità fine a se stessa (A. Morandotti) - Dobbiamo svuotare le gsbbkie, non renderle più grandi (T. Regan) - L'intelligenza è negata agli animali solo da coloro che ne possiedono assai poca (A. Shopenhauer) -----