#216 - 14 aprile 2018
AAAATTENZIONE - Cari amici lettori, questo numero rimarr in rete fino alla mezzanotte del 14 ottobre quando lascer il posto al n. 316. BUONA LETTURA A TUTTI . Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo cos alto da giustificare metodi cos indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il pi piccolo degli animali una delle pi nobili virt che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuer a massacrare gli animali non conoscer ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo il pi crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Arte

“Ora:Linguaggi contemporanei, produzioni innovative”.

Mole Antonelliana - Torino

Cos'e' Connections

di Loredana Fasciolo

Cos'e' ConnectionsCos'e' Connections

Connections è qualcosa di completamente nuovo.
Immaginate un grande spazio culturale o museale: immaginate che intorno ad esso - all’interno di esso - sia progettata e realizzata un’esperienza unica, in cui performing arts, tecnologia, design, innovazione si completano.
E, soprattutto, connettono in modo nuovo il pubblico a questi stessi spazi.
Le connessioni, come in una rete neurale, sono dovunque.
Tra i diversi linguaggi artistici utilizzati; tra essi e le nuove tecnologie; tra lo spazio museale e la performance a più livelli costruita intorno ad esso; tra il pubblico, il museo e la nuova esperienza artistica che scaturisce dal progetto. Creando una nuova forma espressiva: l’ottava arte.

Cos'e' ConnectionsCos'e' Connections

Il progetto è sostenuto dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito di “ORA_Linguaggi contemporanei, produzioni innovative”: la Mole Antonelliana ed il Museo Nazionale del Cinema di Torino. ospitano la world premiere di Connections modellato proprio per il Museo del Cinema e la Mole Antonelliana.
Protagonisti: Les Farfadais, una delle compagnie più importanti al mondo di nouveau cirque acrobatico.
Una sbalorditiva performance verticale con gli artisti sospesi a 20 metri d’altezza all’interno della Mole, in cui il linguaggio del cinema si fonde con la tecnologia e con gli altri linguaggi espressivi: arti performative, design sono infatti sottotesti di una trama che, come nei migliori film, si dipanerà in maniera armonica sotto (e sopra!) gli occhi del pubblico.

Cos'e' ConnectionsCos'e' Connections

Creature mirabolanti, personaggi fantastici, installazioni video, suoni, luci.
Lo spazio, unico al mondo, della Mole Antonelliana verrà utilizzato in tutte le sue tre dimensioni, con il brivido della verticalità ad immergere il pubblico in un’esperienza mai vista prima.

Les Farfadais nascono nel 1999 dalla mente geniale dei fratelli Alexandre e Stephane Haffner, acrobati, ingegneri, stilisti e visionari. Francesi, ma con radici familiari torinesi che li hanno convinti a sposare con entusiasmo il progetto, Les Farfadais iniziano nel 2001 una lunga collaborazione con lo stilista Pierre Cardin: Cardin disegna e confeziona iI costume per lo spettacolo Les Farfadais “Tristano e Isotta” che viene rappresentato in tutto il mondo e che ottiene ben 50 repliche solo a Parigi.
Da lì è un crescendo. Nel corso degli anni successivi vale la pena ricordare lo storico evento del 2013 nell’Hotel Atlantis di Dubai nel quale la Compagnia crea uno spettacolo subacqueo mai tentato prima, avvalendosi del campione mondiale di apnea Guillame Bussier.

Cos'e' ConnectionsCos'e' Connections

Nel corso degli anni Les Farfadais hanno collaborato con celebri musicisti dividendo con loro il palco in occasione di concerti e tournée: tra questi Kilye Minogue, Alicia Keys, Wycleff Jean, Johnny Hallyday.
Sono attualmente in scena al celebre Palast di Berlino con uno show campione di incassi (ad oggi oltre 400.000 spettatori) con scenografie e costumi disegnati dalla star francese dell’alta moda Jean Paul Gaultier.

Cos'e' ConnectionsCos'e' Connections

Con più di 2.000 shows in tutto il mondo ed una costante opera di scouting dell’innovazione, i Frafadais sono alla continua ricerca di novità artistiche, creative e tecnologiche e di partners e collaboratori in tutti i campi. Connections è anche questo: una call, una “chiamata alle arti” per tutti coloro che appartengono alla comunità creativa torinese e piemontese . In questo senso ecco un invito.
Se sei: Artista di performing arts, Light designer, Scenografo, Costumista o Innovatore nel campo delle tecnologie applicate agli eventi, invia una presentazione tua e dei tuoi lavori.
Connecions selezionerà un massimo di 10 talenti che avranno la possibilità di incontrare i Farfadais e collaborare con loro.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessit di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidariet tra singoli e le comunit, a tutte le attualit... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicit e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.