#215 - 7 aprile 2018
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 6 luglio, quando lascerà il posto al numero 222. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora per voi : AMICI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà a massacrare gli animali non conoscerà ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Editoriale

Il Gioco

di Dante Fasciolo

Quando il gioco era una cosa seria
si regalava nelle buone occasioni una scatola
con gli scacchi, le pedine per dama, e quelle per il filotto;
un regalo che accontentava tutti
dai più piccoli ai più grandi.

Una scatola di giochi che durava a lungo in casa
e che di tanto in tanto veniva rispolverata
quando tra amici ci si riuniva
per qualche avvenimento che prevedesse
un brindisi e un intrattenimento.

Questi tre giochi non sono stati dimenticati
dai politici dei nostri giorni
e i protagonisti stanno sperimentando l’idea
di giocarli contemporaneamente su più tavoli
ciascuno con la voglia di vincere a tutti i costi.

I più intelligenti, pochi per la verità,
azzardano mosse con gli scacchi
subito neutralizzate dai furbi presenti a iosa;
mentre altri ripiegano sulla dama semplice ed evocativa
nella speranza di mangiarsi le pedine dell’avversario.

Nella girandola delle mosse e delle contromosse
tutti giustificano le contraddizioni di tutti,
e i compromessi annunciati e negati…
le inconcludenti partite finiscono sempre più
per scopiazzare la Torre di Babele.

La voglia di potere è duro a morire,
e se né gli scacchi, né la dama assicurano vittoria,
sarà bene ripiegare sul filotto, dove
o per dritta o per storta, si troverà comunque
una linea per fare un governo pur che sia.

APHORISTIKON - L'uomo che non ha sogni, non ha le ali per volare (C. Clay) - Da sempre in politica patrocinare la causa del povero è stato il mezzo più sicuro per arricchirsi (N. G. Davila) - Ciò che non giova all'alveare non giova neanche all'ape (Marco Aurelio) - Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti sono capaci di tutto (B. Makeresko) - Qualunque imbecille può inventare e imporre le tasse (M. Pantaleoni) - Il saggio, sdegna non di ridere, ma di deridere (A: Graf) - Il mondo è cominciato senzal'uomo, e finirà senza di lui (C. Levi Strauss) - La natura non fa nulla di inutile (Aristotele) - L'oppresso non accetta l'oppressione, finisce per farsene complice (V. Hugo) - Serve un nuovo modo di pensare per superare i problemi creati da vecchi modi di pensare (A: Einstein) - Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi (W. Shakespeare) . -