#110 - 10 novembre 2014
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi1 luglio, quando lascerà  il posto al numero 310. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più¹ importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Humour (non sempre) per riflettere

accade in città-metropolitane

Roma capitale

ZTL

di Giuseppe Sanchioni

ZTLZTL

Arrivati alle Varie ed eventuali l’Amministratore, scuro in volto, diede all’assemblea la notizia che, dopo la pedonalizzazione dei Fori e quella del tridente, entro poche settimane anche il *quadrilatero di strade attorno al condominio sarebbe diventato isola pedonale integrale col divieto di passaggio per qualunque veicolo, dalle auto al monopattino, passando per il velocipede.

Dai partecipanti si alzò subito un coro di proteste. Un condomino delle prime file si lamentò che non sarebbero più passati i bus. Dal fondo un’altra voce rispose che comunque finora i bus si erano visti raramente. Il signor Mario, che non aveva nulla di malato ma che ancora manteneva il posto invalidi col conseguente permesso dell’anziana madre deceduta da oltre dieci anni, cominciò a lamentarsi che non si rispettavano i diritti dei disabili. La signora Vera si lamentò che al ritorno dalla palestra avrebbe dovuto lasciare la macchina lontano e tornare a piedi col borsone. Una madre si preoccupò che il figlio sarebbe sempre dovuto entrare alla seconda ora a scuola, non potendolo accompagnare più in auto. Un tipo atletico si lamentò che senza auto non poteva più andare al parco a correre. C’era chi diceva che da ora in poi avrebbe dormito solo tre ore per notte, visto che la Zona a Traffico Limitato era non attiva solo da mezzanotte alle tre del mattino. L’autista di taxi del secondo piano urlò che così si penalizzavano i lavoratori autonomi a favore dell’articolo 18. Altri dissero che sarebbero tornati a casa solo i giorni di festa, quando le telecamere della ZTL non funzionavano e che quindi avevano diritto a due prime case altrimenti avrebbero pagato l’IMU solo per 50 giorni l’anno!

ZTLZTL

Insomma, la notizia portò lo scompiglio nel condominio e per questo la discussione si fece animata e si sentirono le proposte più assurde. Ma alla fine, come sempre, prevalse il buon senso e l’assemblea approvò all’unanimità la richiesta dell’avvocato dell’attico di raccogliere le firme per indire un referendum per la costituzione dell’edificio in Comune autonomo e, diversamente dal solito, anche l’Amministratore questa volta votò: in cuor suo già si vedeva sindaco con tanto di fascia tricolore e vitalizio.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.