#206 - 18 novembre 2017
AAAAAttenzione - Care amiche e cari amici lettori, dopo alcune difficoltà tecniche e qualche scontro con l'influenza, eccoci di nuovo con il primo numero del 2018 del giornale. Dunque, innanzi tutto un BUON ANNO a tutti, che sia veicolo di felicità, serenità, salute. Invitiamo tutti a seguirci e da parte nostra cercheremo di essere puntuali nelle uscite e capaci di proporvi notizie di vostro gradimento. grazie.
Poesia

da Roma mi somiglia 2017- editore Passigli Poesia

Poeta incantatore

di Serena Maffìa

Rileggo i versi di quell'unico canto
sempre a inventare storie tu e la poesia
t'amano uomo, poeta e incantatore
ma chi più di me che ti legge con pudore?
Ritrovarti ogni tanto mi scompone il bar
eppure attendo il ritorno dei tuoi versi
come il serpente scivolando tra i giorni
e l'esistenza stretta fino alla morsa della parola
la tua sulla mia mente calma ma spaesata
nei luoghi dell'amore, tra i fiumi dell'umore
berrei i tuoi versi dal bicchiere sporco
ma troppe ninfe alla pozza, troppa schiuma
e linfa nelle mani, fango sulla bocca
mi costello di sinapsi emozionali
ad argentare acque di sorgenti
che s'aprono di te alla mie passioni

Dagli scritti di Don Lorenzo Milani Priore di Barbiana tratte dall'Agenda Conoscenda 2018 (Leggere anche Articolo "Una lettera da Barbiana" - Io non ho Patria e reclamo il diritto di dividere il mondo in diseredati da un lato, privilegiati e oppressori dall'altro. Gli uni sono la mia Patria, gli altri i miei stranieri - Il mondo ingiusto l'hanno da raddrizzare i poveri e lo raddrizzeranno solo quando l'avranno giudicato e condannato com mente aperta e sveglia come la può avere solo un povero che è stato a scuola - Non posso dire ai miei ragazzi che l'unico modo d'amare la legge è l'obbedienza.Posso solo dir loro che essi dovranno tenere in tale onore le leggi degli uomini da osservare quando sono giuste... - La coerenza è un altissimo privilegio dell'uomo, ma a patto che l'uomo abbia quel minimo di cultura senza del quale Uomo non è -